Deborah Compagnoni e Alessandro Benetton, perchè è finita dopo 13 anni di matrimonio

E’ naufragato, dopo 13 anni d’amore, il matrimonio di Deborah Compagnoni e Alessandro Benetton. I motivi della rottura.

Deborah Compagnoni e Alessandro Benetton, il loro matrimonio è arrivato al capolinea

Lei, la campionessa di sci Deborah Compagnoni, ci ha fatto sognare negli Anno ’90 con le sue vittorie, mentre lui, l’affascinante Alessandro Benetton è il secondogenito di Luciano Benetton e Maria Teresa Maestri. Sono stati sposati per 13 anni e hanno messo al mondo tre figli ormai grandi quali Agnese, Tobias e Luce. Ma oggi i due non sono più marito e moglie e la notizia non è più solo un rumors ma è diventata una certezza, che ha lasciato l’amaro in bocca ai fan della coppia, ritenuta vincente e splendida dai più. Ma per quale motivo sarebbe finita?

Lei ha un nuovo amore

A quanto pare, al di là di divergenze caratteriali che possono essere nate nel corso del tempo, la donna avrebbe un nuovo compagno. Un maestro di sci d’inverno, mentre d’estate esercita la professione di guida alpina. A rivelarlo è stato il noto settimanale Chi, diretto da Alfonso Singnorini. Tuttavia già da tempo, come ha più volte sottolineato Dagospia, c’erano segnali della crisi in corso. Basta solo pensare al fatto che il marito ha iniziato a postare suoi Social  fotografie solo in compagnia dei figli e non più della moglie. Inoltre persino il Corriere Della Sera ha voluto parlare della sfera privata della Compagnoni, rivelando che, lei da tempo si era già trasferita altrove. Forse nei pressi del suo nuovo amore? Un amore che sarebbe sbocciato sulla piste da sci.

Leggi Anche -> Katia Ricciarelli e la mancata maternità: “Ero incinta, Pippo Baudo mi chiese di…”

Leggi Anche -> “L’ho tradita” Raimondo Todaro: confessione sulla sua storia con Francesca

Lo sci rimane sempre e comunque il suo più grande amore

E del resto,  lei, considerata a buona ragione al pari di Federica Brignone, la più grande sciatrice italiana in assoluto, non ha mai dimenticato il suo primo grande amore, nonostante i gravi infortuni che nel corso del tempo hanno minato la sua condizione fisica, e dato non pochi rompicapi al suo team di lavoro, oltre che alla sue persona.

Tante, tantissime le sue vittorie a livello nazionale e internazionale, oltre che mondiale. Numerosissime le  medaglie e le  targhe di onorificenza. Dulcis in fundo le è stata dedicata a lei la pista di sci a Santa Caterina di Valfurna, suo paese natale.