WhatsApp, così ti rubano l’account: attenzione a questi segnali

Le truffe su WhatsApp e sui Social in generale non si fermano mai e paiono sempre più subdole e spietate! Parliamoci chiaro:  ci sono hackers che non si fermano davanti a niente e sono disposti a tutto pur di carpire le informazioni di qualcuno che hanno “puntato” per i più svariati motivi, sia per lavoro che per vendetta personale, oltre che per mera curiosità…

WhastApp al giorno d’oggi pare che sia un mezzo molto sottovalutato. In che senso?  Molta gente sembra non accorgersi che non si tratta di una semplicissima app di messaggistica  istantanea ma- in realtà- di un vero e proprio Social Network, dove è-appunto- richiesto l’inserimento di nostri dati personali per poterlo utilizzare come utenti, e in quanto tale è dunque possibilissimo che possa essere preso di mira dai tanto temuti “pirati informatici” che aumentano sempre più…

WhatsApp, attenzione al ricevimento di “certi messaggi” in chat. Sono una truffa! Non facciamoci prendere dal panico…

Nei tempi più recenti WhatsApp, come molti altri Social o portali di varia natura, è stato preso di mira per infingarde truffe, volte più che mia carpire i dati personali degli utenti più ingenui, al fine di accedere ai conti corrente con lo scopo di svuotarli!

E ora pare che la pericolosità del tutto si sia triplicata, visto che ad essere a rischio ora sembrano essere proprio gli account nella loro interezza.

Un vero e proprio furto di globale che si attua con la messa in scena di uno schema molto articolato, decisamente capace di sfruttare come punti chiave la distrazione delle persone e la paura che possono provare, che in certi casi può svelarsi come panico vero e proprio, quando ricevono strani messaggi in chat.

Ma andiamo ora a vedere meglio e  nel dettaglio come questo raggiro si svolge e il suo modus operandi….

Ecco come si muovono i malviventi: ce lo svela la Polizia Postale. Facciamo molta attenzione a questi segnali!

In primo luogo ci vene recapitato un messaggio ove ci viene richiesto il codice di attivazione del nostro profilo WhatsApp. Un codice che pare rendersi necessario ogni qualvolta si intenda accedere ai nostri dati  di questa app da un dispositivo diverso da quello in nostro possesso e abitualmente usato.

Solitamente esso pare inviato da uno dei nostri contatti esistenti in rubrica per fare leva sulla fiducia dell’ignara vittima, e se il codice dovesse essere condiviso  a quel punto  i dati verranno immediatamente carpiti dal cybercriminale che potrà dunque avere accesso a tutti i nostri dati!

Capite bene che a questo punto il recupero del nostro account potrebbe davvero diventare difficile, se non rasentare l’impossibile…

LEGGI ANCHE -> Il trucco WhatsApp per sapere se qualcuno sbircia il tuo account

Ecco come muoversi per evitare  di essere hackerati

La maniera per potersi difendere innanzitutto è quella classica, ovvero di leggere sempre attentamente il messaggio e mai e poi assolutamente mai condividere i dati sensibili!

Inoltre, potete contattare chi vi ha mandato il messaggio solo telefonicamente e mai e poi mai tramite messaggio,  aggirando quindi la messaggistica che potrebbe essere già sotto controllo del pirata informatico, per chiedere conferma al diretto interessato se è a conoscenza del messaggio recapitato oppure no.

La persona stessa potrebbe essere stata oggetto di furto e soltanto una verifica a voce potrà fornire maggiori certezze riguardo la veridicità della comunicazione da voi ricevuta.

Immediatamente dopo è bene eliminare il messaggio ricevuto e consigliare alla persona proprietaria del contatto da cui è pervenuto  di far svolgere una verifica su di esso da personale specializzato, al fine di rimuovere possibili minacce informatiche dal proprio dispositivo e mettere così in salvo i propri dati!