Gianluigi Nuzzi lutto per il giornalista: la lunga lettera di addio all’amica scomparsa

La morte della giornalista Silvia Tortora, scomparsa Lunedì 10 gennaio, ha sconvolto il mondo del giornalismo e della tv. Amata professionista, la figlia del compianto Enzo Tortora ha lasciato un vuoto profondo tra i tanti che la amavano, tra questi anche il conduttore di Quarto Grado Gianluigi Nuzzi.

L’addio di Gianluigi Nuzzi

Il giornalista di Rete 4 attraverso il suo profilo Instagram ha voluto dare un ultimo saluto alla sua amica Silvia. Un lungo post intriso di dolore e commozione: “Non ti arrabbiare Silvia se per un attimo, contravvenendo a quel tuo delicato e discreto stile, accenno alla tua intelligenza fluida, veloce, con quell’ironia sarcastica figlia dell’odissea patita insieme a tuo padre. Ti ho conosciuto la prima volta seduto sul divanone di via dei Piatti, dove tuo padre Enzo viveva. Eravamo nel 1986, tu pensa…
Mi raccontava l’odissea, l’onta delle manette, le umiliazioni e il coraggio. Alzò gli occhi al cielo e sussurrò una frase a mezza voce. “Scusi non ho sentito”… provai io… avevo 17 anni, mi batteva il cuore forte… e lui mi confidò l’amarezza più’ grande: “Mi hanno fatto invecchiare le figlie di trent’anni in una notte”. E per lui questo era tutto, perché Enzo non sbandierava la famiglia, non compulsava i social figurati…anzi! Proteggeva la sua privacy con quel rossore genovese che significa non timidezza, ma riservatezza e protezione dei propri cari”

LEGGI ANCHE ——> Silvia Tortora età, cause morte, marito, figli, lavoro: addio all’amata giornalista

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da Gianluigi Nuzzi (@gianluigi.nuzzi)