Facebook e Instagram diventano a pagamento? Il nuovo progetto

Una big statunitense pare che si stia inventando delle strategie di marketing volte a monetizzare le piattaforme Social più in voga di sempre, ovvero Facebook e Instagram, ma in che cosa consisterebbe nello specifico questa novità?

Facebook e Instagram, sono piattaforme che- senza alcuna ombra di dubbio- hanno preso molto piede fra i giovani e non solo a partire dalla loro attivazione. Svariate persone li utilizzano proprio anche per lavoro, ed ecco l’idea di una nuova iniziativa inerente

Facebook e Instagram a pagamento? La notizia è sconvolgente!

Le pubblicità potrebbero non bastare più sui Social!  Meta sta creando un’unità interna all’azienda per cominciare a lavorare su “possibili funzionalità a pagamento“, ma come è nata l’idea e soprattutto è qualcosa di certo, o no?

L’informazione è contenuta in un memo interno alla società diffuso dalla testata statunitense The Verge. E il  gruppo avrebbe già un nome: New Monetization Experiences.

A dirigerlo dovrebbe esserci Pratiti Raychoudhury che è entrata- dati alla mano- in  Facebook nel 2010 e si è sempre occupata di ricerca all’interno dell’azienda . Ora come ora  ricopre l’incarico di Global Head of User Research. Nel suo curriculum, prima di approdare su questo Social come professionista, si legge che ha lavorato con Yahoo! e Paypal.

Facebook ha avuto qualche problemino…

L’obiettivo del colosso capitanato da Mark Zuckerberg consisterebbe nel cominciare a spostare il proprio modello di business da uno schema basato principalmente sulla pubblicità a uno in cui -invece- entrano in gioco anche le sottoscrizioni degli utenti.

Nello specifico con questo progetto si dovrebbe creare la possibilità di accedere a contenuti a pagamento sulle due piattaforme più diffuse ed utilizzate, quali sono  Facebook e Instagram.

Certo, questo sarebbe veramente un gran colpo per l’azienda che in ogni caso non ha ancora confermato nulla a riguardo.

Ma c’è anche da dire che di recente, esattamente lo scorso 27 luglio, per la prima volta nella sua storia,  Facebook ha segnato un calo dei ricavi nel corso di un trimestre.

Ed è anche questo forse uno dei motivi che hanno spinto Meta a vagliare anche altre strade di ricavo…

Meta è pronta per nuove sfide

Tuttavia c’è anche da sottolineare che la cifra sia davvero  minima, visto che -a livello di perdita- parliamo appena dell’1 per cento davanti ai 28,8 miliardi di dollari di ricavi e i 6,7 miliardi di dollari di utili.

In ogni caso pare che l’azienda stia già correndo ai ripari! Nelle  nelle scorse settimane Lori Goler, capo delle risorse umane di Meta, ha spiegato che saranno introdotte nuove metriche per misurare la produttività del personale. Oltre al calo del mercato pubblicitario e alle nuove regole introdotte da Apple per il tracciamento dei dati personali, Meta in questo momento si sta confrontando con altre due importantissime sfide quali la rincorsa con il modello di TikTok e lo sviluppo di tutto il progetto metaverso.