Lutto per Camilla di Cornovaglia. “Trovato senza vita in camera”

Camilla di Cornovaglia, moglie del Principe Carlo, è stata colpita da un improvviso lutto: il cugino Charles Villiers, aristocratico inglese noto soprattutto per le sue vicende familiari, è stato trovato senza vita in una camera d’hotel a Londra. La polizia non ritiene che ci sia nulla di sospetto nella sua morte, ma i giornali inglesi parlano di suicidio. Il racconto dei fatti…

Trovato privo di vita nella sua camera d’hotel il cugino della Duchessa Camilla di Cornovaglia. Per la polizia non si tratta di una morte sospetta ma c’è chi mormora che si tratti di suicidio. La moglie di Carlo sconvolta e trincerata nel suo dolore.

Camilla e il suo chiacchieratissimo cugino

Della vita privata della Duchessa di Cornovaglia Camilla abbiamo sempre saputo  davvero molto poco, a parte ovviamente l’assai tumultuosa e decisamente molto chiacchierata  storia d’amore con il Principe Carlo che alla fine, dopo varie peripezie, è riuscito a sposare.

Non per nulla della donna non conosciamo la famiglia, i suoi figli non appaiono mai in pubblico, e il suo ex marito è scomparso completamente dai radar. Della serie non si sa praticamente più nulla di lui!

Ma Camilla aveva un parente molto noto, per di più alle cronache inglesi, un certo  Charles Villiers, figlio della cugina della mamma della Duchessa.

Charles e la sua ex moglie, Emme, sono stati protagonisti per la bellezza di  8 anni di una feroce battaglia legale, a seguito del loro divorzio, avvenuto nel 2014, che ha riempito le pagine dei rotocalchi inglesi. Infatti, dati alla mano, pare che  la loro causa sia  stata una delle più lunghe del Regno Unito, senza arrivare mai a un punto fermo e di incontro.

I due si  sono contesi- in sostanza- un patrimonio che negli ultimi anni è stato dilapidato dietro gli avvocati, e sembrerebbe che il cugino di Camilla  navigasse in acque cattive e decisamente tormentate.

Il morto soffriva di disturbi del sonno e della rabbia. I giornali inglesi parlano di suicidio!

La notizia della sua morte ha sconvolto gli inglesi, che si erano anche molto appassionati nel corso degli anni a questa faccenda. In pratica Charles Villiers è stato ritrovato morto, da una cameriera, in una camera d’albergo di Londra, dove si era recato, secondo i bene informati, per farsi seguire da un nuovo medico. L’uomo non stava bene e soffriva da tempo di disturbi del sonno e della rabbia.

Alcuni tabloid  inglesi hanno iniziato a dire che potrebbe trattarsi  di suicidio, dato che la Polizia non ha fornito una smentita a questa ipotesi o altre possibili cause della morte che ha preso tutti quanti di sorpresa, oltre che di contropiede. Ma ad oggi la  polizia ha archiviato il caso come “non sospetto”, dopo aver analizzato con grande attenzione il fascicolo a lui dedicato.

Ma facciamo ora un passo indietro nel tempo, per riassumere come era nata la querelle con la sua ormai ex moglie.

Tutto  ha avuto inizio  nel 2012, quando Charles Villiers aveva accusato  la sua allora consorte  Emme di infedeltà e persino di bigamia. L’aristocratico  sosteneva – infatti- che la donna non avesse mai divorziato realmente dal precedente marito. Ma tale ipotesi fu poi dimostrata falsa dalla stessa polizia.

Lei non ha commentato nulla. Si è chiusa nel suo dolore

Era seguito il divorzio, nel 2014, con una causa che si è conclusa solo con la sua recentissima morte. Il pomo della discordia era in assoluto  l’assegno milionario che Charles doveva sborsare mensilmente alla sua ex  moglie.

Ed è per questo motivo che i due hanno cambiato ben 5 tribunali negli ultimi anni: infatti, in Scozia solitamente gli assegni degli alimenti devono essere versati solo per tre anni dopo il divorzio, in Inghilterra -invece- a vita.

Lo scorso mese il tribunale di Londra aveva sentenziato che il cugino di Camilla dovesse alla moglie oltre 3 milioni di sterline di arretrati, cifra della quale, come confermato dal legale dell’uomo, egli non disponeva, perlomeno non più, visto che aveva dilapidato il suo patrimonio nella varie cause legali.

Era ridotto davvero male e pare che nelle sue ultime settimane di vita dormisse sul divano di alcuni amici, prima di prendere la stanza nella quale è stato trovato senza vita.

Per ora Camilla non ha voluto commentare nulla e si è chiusa nel suo dolore.