L’influencer 92enne spopola sul web: topless da urlo

Licia Fertz, classe 1930, scrive un blog “Buongiorno nonna” insieme al nipote Emanuele Usai grazie al quale cerca di sdoganare il concetto di vecchiaia. Modella di origini triestine, pubblica esilaranti foto di lei in topless e ci ride su.

Un Topless da paura: scandalo al sole

Le storie di Instagram non lasciano trasparire alcun dubbio, la nonna più seguita del web fa concorrenza davvero a tutti. “Quasi quasi prendo il sole in topless” :  è così intenzionata a  far scandalo, non si vergogna del suo corpo e lo mostra così al naturale. Ammicca all’obiettivo del cellulare e con la leggerezza tipica della sua età e di chi sa bene come fare, decide di prendere il sole senza il pezzo di sopra. Licia sfida la censura non avendo paura del web. Sembra quasi che alla veneranda età di quasi novant’anni si possa fare ciò che si vuole senza dover dimostrare più nulla a nessuno. Risponde alle domande del nipote e tutte le sue risposte sono sempre molto più moderne di quanto uno possa aspettarsi. Licia Fertz è capitata in maniera del tutto accidentale nel mondo della moda e del web, si definisce mula triestina dal 1930, testarda quanto basta per imporsi nel mondo del web. “Non c’è più tempo per essere tristi”, questo viene scritto dalla blogger nella sua biografia Instagram, che appare come non mai come un monito per generazioni future.

Nonna scatenata fa impazzire il web

Nella mente di tutti la vecchiaia appare come un’età spenta, senza prospettiva, né futuro e invece da un po’ di tempo su Instagram spopolano arzille donne non più giovanissime che insieme ai loro nipoti raccontano le gioie della vita. Donne ma anche uomini come nonno Severino: di origini campane, ma trapiantato a Roma, 93 anni che si diverte a fare video con la moglie. C’è anche  divertente e scoppiettante nelle sue gang, nelle sue arguzie e nelle sue battute. Il mondo del web regala sempre nuove ed entusiasmanti novità, ma questi personaggi che hanno ormai superato i novant’anni non sbagliano un colpo perché hanno dalla loro la saggezza dell’età e il brio e la freschezza di un carattere spumeggiante.