Acqua minerale, scattano i ricoveri: intossicati dopo aver bevuto

Di nuovo allarme intossicazione alimentare per via di un prodotto, in questo caso una partita di acqua minerale, nel Lazio. La città di Rieti è in allarme dopo le prime intossicazioni dovute ad un’acqua minerale… Ma di quale si tratta?

Rieti, allarme intossicati dopo essersi abbeverati da una marca di acqua minerale ora nel mirino della sanità… Le indagini sono ancora in corso in queste ore.

Una nota acqua minerale nel mirino: rischio intossicazione alimentare

Rieti, dei malcapitati si abbeverano di un’acqua minerale in bottiglia e finiscono intossicati in ospedale.

Al momento- però- ed è doveroso sottolinearlo a chiare lettere per dovere assoluto di cronaca-  si parla solo ed esclusivamente  di un sospetto di intossicazione da acqua. Inoltre- a onor del vero-  la vicenda è ancora in fase di accertamento e di  verifiche che devono e dovranno essere molto mirate e minuziose per la salute dei consumatori di ogni età.

I carabinieri e gli organi competenti dell’Asl se ne stanno occupando proprio in queste ultime ore. Ma che cosa è successo esattamente?

Il racconto dei fatti…

Svariate persone dopo averla bevuta sono state male

Una famiglia raggiunge a Rieti il pronto soccorso. I suoi componenti hanno la febbre e- dati alla mano- possiedono tutti quanti i sintomi di una brutta intossicazione alimentare.

Pur non essendoci ancora una conferma, da quanto appreso finora, pare che i malori siano stati provocati dall’ingestione di un’acqua oligominerale naturale in bottiglia per altro di un marchio piuttosto noto e reperibilissimo in tutti i supermercati, dunque bevibile e fruibile da tantissime persone in tutta Italia.

Oltre alla famiglia nominata poco fa , come riporta il Messaggero, sarebbero finite al pronto soccorso anche altre persone che hanno bevuto la stessa acqua acquistata nello stesso posto.

E da qui è nato il sospetto… Un sospetto- per l’appunto- e non una certezza, perlomeno non assoluta…

Non sono in pericolo di vita

La buona notizia -comunque- è che fortunatamente le persone finite in ospedale, non sarebbero in pericolo di vita. Non mancheranno tuttavia i controlli su lotti e termini di conservazione dell’acqua incriminata per capire meglio quale sia stata la causa dei malori, per analizzare come si deve  la qualità chimico-fisica dell’acqua e capire con certezza assoluta  se tutto il malessere  possa essere ricondotto alle bottiglie acquistate e bevute  o se si tratta- invece-  di qualcosa di ben  più serio e assai preoccupante.

Al momento le indagini sono tutt’ora in corso, ergo bisognerà pazientare qualche giorno per saperne di più.