Massimiliano Rosolino e Natalia Titova pizzicati in spiaggia così: belli come il sole

Natalia Titova ha postato uno scatto insieme al suo compagno Massimiliano Rosolino ed ha ricevuto una pioggia di like. I due bellissimi e spensierati si stanno godendo il mare, la foto ha fatto immediatamente il giro del web.

I due si sono conosciuti, piaciuti e non si sono più lasciati. Eccoli meravigliosi dopo anni di amore, abbracciati godersi un po’ di relax.

Natalia Titova e Massimiliano Rosolino, un amore grande e forte

Natalia Titova e Massimiliano Rosolino sono una delle coppie più bello dello spettacolo italiano. Si sono conosciuti grazie allo show del sabato sera condotto da Milly Carlucci, Ballando con le stelle. Il loro è stato un amore “voluto dal destino” come ha spiegato il campione di nuoto nel corso di un’intervista che ha rilasciato per Elle.

“Sì, un amore frutto del destino. L’anno prima che incontrassi Maria avevo fatto un provino per il programma, ma alla fine se non sbaglio presero Maradona al mio posto. Se lo avessi fatto l’anno prima non l’avrei incontrata, c’era ma era molto fidanzata. Lei è una persona molto fedele quindi credo che non sarebbe successo nulla”- ha spiegato.

Massimiliano Rosolino e Natalia Titova, ecco com’è nato il loro grande amore

Po, Massimiliano ha continuato spiegando che: “L’anno successivo le cose sono cambiate: Milly Carlucci mi ha fatto un altro provino e io le ho detto che mi sarebbe piaciuto ballare con la Titova. L’avevo già adocchiata perché era seria, era severa e mi piaceva come si muoveva”.

E poi ancora: “Era molto esigente e io sono abituato che se un allenatore mi dà troppa confidenza, mi rilasso e divento “scostumato”, invece ci dev’essere un testa a testa. Lei mi ha subito rispettato: all’epoca avevo una routine molto intensa perché nuotavo ancora, facevo quattro ore di allenamento al giorno e poi andavo da lei a ballare. Abbiamo cominciato così, era il 23 di settembre”.

Poi ha parlato del primo approccio: “Il numero di telefono gliel’ho chiesto dopo più di un mese, prima per me era l’allenatrice. Passavamo dalle 2 alle 5 ore insieme al giorno, durante gli allenamenti ci siamo corteggiati a vicenda. All’epoca non aveva ancora la patente quindi spesso l’accompagnavo a casa, poi cene, cenette… La prima volta a casa mia le ho preparato uno spaghetto con i pomodorini pachino”.