Meghan Markle rompe il silenzio sull’aborto e coinvolge il Principe Harry

Dopo la sentenza della Corte Suprema Usa, Meghan Markle prende posizione sull’aborto coinvolgendo il marito, il Principe Harry

La Corte Suprema degli Stati Uniti ha abrogato, con 6 voti a favore e 3 contrari, la sua storica sentenza “Roe vs Wade” con la quale nel 1973 aveva legalizzato l‘aborto. “La Costituzione non conferisce il diritto all’aborto” (non è più quindi un diritto federale ma in merito decidono i singoli Stati), ha sentenziato la Corte Suprema degli Stati Uniti scatenando le proteste del mondo politico statunitense, e non solo, di attivisti e, naturalmente, delle donne.

Meghan Markle e il Principe Harry-tipiu-30/06/2022

Al coro di critiche si è unita anche la voce della Duchessa del Sussex, Meghan Markle, che, nell’intervista concessa a “Vogue”, non si è limitata a stigmatizzare la decisione della Corte Suprema di abolire il diritto all’aborto ma di fatto ha preannunciato le linee guida di quello che sembra a tutti gli effetti un programma politico in vista della sua “discesa in campo“.

Un’altra inattesa tegola, dopo la controversa intervista con Oprah WInfrey, sulla Royal Family anche perché, a quanto sembra, Meghan ha tutta l’intenzione di trascinare nella sua eventuale campagna elettorale anche il marito, il Principe Harry, creando non poco imbarazzo a Buckingham Palace che per tradizione si mantiene neutrale sulla politica: i  membri della Famiglia Reale, infatti, non possono esprimere pubblicamente le loro opinioni, eppure Meghan nella sua intervista a “Vogue” ha più volte sottolineato come il marito condivida le sue opinioni in merito alla revoca dell’aborto oltre a renderne nota la reazione di incredulità e sconcerto: “Io e mio marito ne abbiamo parlato molto negli ultimi giorni. Anche lui è una femminista“.

Meghan Markle, le ambizioni politiche

Meghan Markle e il Principe Harry-tipiu-30/06/2022

Meghan non solo ha preso posizione contro la controversa decisione della Corte Suprema sull’aborto ma ha anche spronato gli statunitensi a lottare contro tale sentenza e ad andare a votare a novembre per le elezioni di “midterm” (elezioni di metà mandato presidenziale con le quali si rinnova parte del Congresso e vengono eletti alcuni Governatori dei singoli Stati e le loro assemblee elettive): un invito che è stato interpretato come un sostegno ai democratici.

D’altronde, non è la prima volta: già nel 2020 i Duchi del Sussex si sono attirati gli strali di gran parte dell’opinione pubblica statunitense per il loro invito a votare durante la campagna presidenziale entrando così a gamba tesa su Donald Trump; con quest’ultimo che, per tutta risposta, ha promesso che si candiderà alle elezioni presidenziali del 2024 se lo farà anche Meghan Markle.

Futuro in politica per Meghan Markle?-tipiu-30/06/2022

E proprio la difesa del diritto all’aborto potrebbe essere il battesimo della sua carriera politica visto che Meghan è molto sensibile a tale tema avendo vissuto in prima persona la tragica esperienza di un aborto spontaneo poco prima di rimanere incinta di Lilibet: “Penso a quanto mi sono sentita fortunata ad avere entrambi i miei figli. So cosa si prova ad avere un legame con ciò che sta crescendo all’interno del tuo corpo. So come ci si sente a vivere un aborto spontaneo di cui ho parlato pubblicamente. Più normalizziamo la conversazione sulle cose che influenzano la nostra vita e il nostro corpo, più le persone capiranno quanto sia necessario disporre di protezioni e aiuti”.