Dieta dei liquidi, meno 3 chili in tre giorni

Le temperature elevate ce lo stanno indicando in tutti i modi: l’estate è – praticamente- arrivata con un bel anticipo sulla cosiddetta tabella di marcia. Ergo, anche l’assai temuta prova costume che anni spaventa non solo le donne ma anche gli uomini. Il top per perdere kg e vincere questa prova la dieta dei liquidi che è anche molto rinfrescante!

Partendo dalla doverosa -quanto necessaria- premessa- della regola di rivolgersi ad un nutrizionista per avere un giusto regime alimentare personalizzato esistono diete che, se seguite, possono aiutare in breve tempo a perdere peso e a non arrivare impreparati alla stagione estiva. La dieta dei liquidi è una di queste e promette di far perdere circa 2-3 kg in 3 giorni.

Funziona ma si può seguirla solo per 3 giorni, non di più, salvo…

E’ stata la bellissima Romina Power a portare alla ribalta nel nostro Paese questa dieta. Difatti è stata lei che ne ha parlato sui Social ai suoi fan, sostenendo che essa le aveva permesso di perdere la bellezza di 6k in solo 12 giorni! Tuttavia, gli esperti ci consigliano di seguire questa dieta, che è davvero efficace, solo per 3 giorni e non di più, salvo diversa prescrizione di uno specialista che vi segua passo dopo passo in questa scelta.

E’ amatissima dalle star ma non è adatta a tutti!

La dieta dei liquidi resta tra le più amate da molte star, tra cui? Qualche nome? Salma Hayek e Gwyneth Paltrow ed è per questo motivo che molte persone hanno iniziato a seguirla senza chiedersi prima se andasse bene per loro, oppure no.

Ma,  lo ribadiamo ancora una volta per ulteriore chiarezza, che non va seguita per più di  3 giorni e che prima di metterla in atto sarebbe opportuno consultare il proprio medico curante.

Come suggerisce il nome, la dieta liquida è un regime alimentare basato sull’assunzione predominante di cibi liquefatti (o di vere e proprie bevande). Qualche esempio pratico? Centrifugati, zuppe, succhi e frullati.

La sua funzione

La funzione della dieta liquida è principalmente dimagrante, anche se , come per altri regimi alimentari,  vari specialisti la utilizzano per ripristinare i parametri metabolici alterati da certe malattie del ricambio (colesterolemia, glicemia, trigliceridemia, pressione sanguigna, ecc).

Essendo una dieta che elimina i liquidi in eccesso all’interno del proprio organismo ha una forte capacità depurativa e disintossicante, quindi è un’ottima arma anche contro la tanto odiata cellulite.

Se dura una settimana…

 I primi 3 giorni bisogna evitare zuppe, creme, minestroni e centrifugati che contengano carboidrati, come patate, carote e legumi, tra cui fave e piselli. Le verdure più indicate per realizzare creme e centrifugati sono: cipolle, porri, cavolo, verza, zucchine, spinaci, bietole. Tra i frutti, escludete la banana e l’albicocca.

Potete assumere caffè purché non sia zuccherato, ma dolcificato con miele. Potete poi pure condire i vostri centrifugati o zuppe con olio extravergine di oliva, limone e aceto, ma il sale è assolutamente bandito, insieme a brodi a base di dado vegetale, perché possono provocare ritenzione idrica che noi dobbiamo assolutamente evitare con tutte le nostre forze!

Passati i primi 3 giorni per i successivi 4 ci sarà la cosiddetta fase di mantenimento ed è solo allora che sarà possibile reintrodurre la frutta e le verdure escluse nella prima fase.