Lucio Dalla cause morte, patrimonio, canzoni, eredità, ex fidanzato: tutto su di lui

Lucio Dalla è uno dei cantanti più originali e più importanti del panorama musicale italiano. La sua morte improvvisa sopraggiunta nel 2012, ha lasciato un grande vuoto nei fan e nei colleghi, che questa sera lo ricordano con un evento all’Arena di Verona, trasmesso su Rai 1. Ma che fine ha fatto il patrimonio dell’artista? E qual è stata la causa della morte?

Sold out all’Arena di Verona per “DallArenaLucio”, la grande festa a dieci anni dalla scomparsa di Lucio Dalla. Dieci anni senza un grande artista che ha fatto la storia della musica italiana, un uomo geniale e con un cuore immenso. 

La morte di Lucio Dalla è arrivata inaspettata, il primo marzo del 2012, al Montreux Jazz Festival in Svizzera. Il cantante è morto all’improvviso, dopo quella che rimane la sua ultima esibizione, stroncato da un infarto a soli 69 anni, che avrebbe compiuto 3 giorni dopo, il 4 marzo.

Com’è morto Lucio Dalla e la questione dell’eredità

Lucio Dalla nei giorni precedenti alla sua morte non aveva dato segnali di malessere. L’infarto che l’ha portato via è arrivato inaspettato, scioccando tutti i suoi amici, le persone che in quel momento erano con lui e soprattutto i suoi fan.

Dopo lo sconcerto iniziale e il dolore per la scomparsa del cantautore, sui giornali è scoppiato il caso della sua eredità, fin da subito apparsa come una questione davvero difficile da gestire, non solo per il grandissimo patrimonio che il cantante ha lasciato, ma anche per la presenza di Marco Alemanno che ha subito dichiarato di avere voce in capitolo, essendo, a suo dire, il compagno di Dalla. 

Il patrimonio

Si tratta di un patrimonio non solo musicale – Di Dalla sono le bellissime e famose canzoni che noi tutti conosciamo, tra queste Caruso, Futura, 4/3/1943 – ma anche materiale. Il patrimonio di Dalla infatti ammonta a 100 milioni di euro, con beni immobili meravigliosi, tra questi l’appartamento di Via Massimo D’Azeglio a Bologna, diventato oggi un museo. Ma anche i diritti d’autore sulle sue canzoni, validi per 70 anni, i terreni, uno yatch e alcune azioni finanziarie. Per non parlare degli oggetti preziosi che possedeva, come quadri, strumenti musicali ecc ecc.

Le “pretese” di Marco Alemanno si sono subito scontrate con il diritti dei parenti di Lucio che hanno immediatamente avviato delle procedure legali. Non avendo lasciato un testamento e non avendo figli, l’eredità di Lucio Dalla è stata fin da subito al centro di una battaglia, e si dice anche in parte dilapidata. Alla fine pare che i suoi 5 cugini abbiano avuto la meglio.