Ecco perché non dovremmo usare la carta igienica

Consiste davvero in un grave errore usare la carta igienica? Parrebbe di sì, eppure per tutti noi in tutto il mondo (quasi) è un qualcosa di assolutamente utile al fine della pulizia intima. Dunque, che cosa utilizzare- in caso-  al suo posto?

I motivi secondo i quali usare la carta igienica sarebbe sbagliato… Ma per quale motivo? Su quali basi poggia questa affermazione?

La carta igienica potrebbe nuocere alla nostra salute

La prima carta igienica commerciale fu inventata e introdotta in vendita nel 1857 dall’americano Jospeh Gayetty e riscosse fin da subito un  grande successo, tanto che negli anni è diventata un prodotto irrinunciabile presente -praticamente- in tutte le case. Rispetto a quella degli inizi, più dura e ruvida, le aziende di tutto il mondo si sono impegnate per realizzarne una sempre più morbida e gradevole al tatto.

Ma ciononostante, secondo un recente articolo pubblicato dalla testata inglese Mirror l’utilizzo della carta igienica metterebbe a lungo andare a serio  rischio le nostre parti intime, tanto che sarebbe consigliabile rinunciare al suo utilizzo.

Ecco che cosa può provocarci alla lunga…

In primis l’uso della carta igienica da sola non sarebbe sufficiente per eliminare completamente i residui di feci, con il rischio che queste possano contaminare le mutande  e le altre parti intime.

La carta può essere – inoltre- veicolo di batteri e trasportarli pure con una certa disinvoltura  da una parte intima all’altra, provocando poi infezioni delle vie urinarie.

Inoltre per quanto possa essere morbida al tatto, il suo utilizzo favorirebbe la comparsa delle emorroidi, con tutto quello che ne consegue, ovvero sensazione di bruciore e di dolore, in alcuni casi molto acuto.

Dunque come alleviare il problema?

La soluzione è… lavarsi!

Ribadendo – ancora una volta – che la carta igienica è- indubbiamente- pratica e comoda, sarebbe meglio mettersi in testa che  la soluzione migliore per l’igiene e per la salute delle parti intime sarebbe lavarsi!

E a  tale proposito noi italiani abbiamo il vantaggio di essere una delle poche nazioni dove il bidet è presente pressoché in ogni bagno.

Lavarsi con acqua e sapone intimo riduce il rischio che si presentino ragadi anali, risulta più delicato sulle pelli sensibili ed elimina completamente i residui di feci ed il loro cattivo odore. Ma oltre ai benefici per la salute ce ne sono anche altri: si scongiura il rischio di intasare con la carta il wc o le condutture, e si risparmiano diversi soldi, visto che oggi più che mai la il prezzo per l’acquisto di una confezione di carta igienica è notevolmente aumentato.