Matrimonio Valli, Elettra Lamborghini strega tutti con l’abito Dolce e Gabbana: quanto costa

Beatrice Valli e Marco Fantini si sono sposati nelle scorso weekend nella bellissima cornice dell’isola di Capri. Tra gli invitati, Elettra Lamborghini, che ha stregato tutti con il suo abito a stampa floreale e dalla scollatura bollente. 

Sono stati diversi i Vip che hanno partecipato al matrimonio dei cosiddetti “Vallini”, ossia Beatrice Valli e Marco Fantini. Tra questi non poteva mancare Elettra Lamborghini, che pare sia una cara amica della sposa. La ricca ereditiera infatti, ha trascorso l’intero weekend e Capri, per non perdere neanche un secondo di quei momenti magici e meravigliosi dell’ex volto di Uomini e Donne. 

Elettra inoltre, non ha perso occasione di condividere sui social tutti i momenti salienti della festa, mostrandosi a tutti, davvero emozionata e molto facile alla lacrimuccia. A parte questo, ha sfoggiato uno stile glamour che ha incantato tutti. Ecco com’era vestita

L’abito floreale di Elettra Lamborghini

La cantante per il matrimonio della sua amica Beatrice Valli ha scartato l’abito principesco per un dress a stampe floreali pazzesco. Del resto i fiori sono senza tempo e si sposano benissimo con la Primavera. La Lamborghini si è affidata a Dolce e Gabbana, sfoggiando un tubino sensuale, rock e romantico allo stesso tempo.

Il modello infatti è a bustier tubino, con coppe sagomate che mettono in risalto il décolleté. Le spalline sottili e un’allacciatura frontale con i gancetti, che ha pure portato leggermente sbottonate, sono le caratteristiche che rendono l’abito veramente irresistibile.

Quanto costa

L’abito è con lo sfondo nero decorato con grosse rose rosse, che si intrecciano su tutto il corpo. Un capo decisamente griffato, non proprio alla portata di tutti visto che cota all’incirca a 1.750 euro.  A rendere il tutto perfetto, i bracciali d’oro e le onde dei capelli.

Intanto la bella Elettra va come un treno verso i suoi progetti professionali, tra questi l’uscita del nuovo singolo. È inoltre la prima italiana con una statua di cera al Madame Tussauds Amsterdam.

“Come si diventa una statua? Non lo so nemmeno io” – ha confidato a fanpage.it“Immagino per il carattere, se ho iniziato anni fa è perché qualcuno in me ha visto quella scintilla in più. Io ancora non me lo sento, fino a che non è al museo è ancora un sogno”.