Letizia Battaglia cause morte, marito, figli, lavoro, malattia, vita privata: tutto su di lei

La prima puntata della miniserie sulla vita di Letizia Battaglia, “Solo per passione – Letizia Battaglia fotografa” andata in onda ieri sera su Rai 1, ha catalizzato l’attenzione di 2.989.000 telespettatori con uno share 17,81%. Un successone che sottolinea l’importanza di questa artista straordinaria. Chi era la fotografa, etichettata come “fotografa della mafia”?

Se ne è andata dopo una lunga malattia, un tumore, il 13 aprile scorso, a Cefalù, Letizia Battaglia, all’età di 87 anni. La fotoreporter, tra le più grandi del Novecento, ha dedicato tutta la sua vita alla fotografia, collaborando con diverse e celabri testate giornalistiche.

Molte delle sue fotografie sono famosissime e diventate dei simboli della storia italiana, soprattutto di Palermo, la sua città natale, dove ha vissuto e che l’ha ispirata fortemente, immortalando scorci e aspetti di una città, spesso finita sotto i riflettori per i grossi casi di mafia.  Letizia Battaglia non è stata solo una fotografa, ma una vera e propria artista.

Letizia Battaglia e l’amore per la fotografia

Nata nel 1935, Letizia Battaglia fin da ragazzina si è innamorata della poesia e dell’arte, decidendo subito che da grande si sarebbe occupata di raccontare gli strati della società povera, quella dimenticata.

L’incontro con Ezra Pound è stato decisivo per Letizia, che decise così di andare a Milano per imparare i segreti della macchina fotografica. Poi tornò a Palermo e iniziò a collaborare come fotoreporter con grandi testate giornalistiche.

Nel 1974 documenta gli inizi degli anni di piombo della sua città, fotografando i delitti di mafia per scuotere le coscienze. Capisce subito di trovarsi all’interno di una guerra civile. Sue le foto sull’egemonia del clan dei Corleonesi e anche quella che immortalano Giulio Andreotti assieme agli esattori mafioso Salvo all’Hotel Zagarella. I suoi scatti sono diventati famosi e hanno ricevuto premi importanti. Tuttavia l’etichetta di “fotografa della mafia” non l’ha mai fatta impazzire. Lo scatto “bambina con il pallone” nel quartiere palermitano della Cala ha fatto il giro del mondo.

Vita privata

Letizia Battaglia si sposò giovanissima, a soli 16 anni, per scappare da un padre padrone. Ma si accorse subito di essere finita dalla padella alla brace. Suo marito si rivelò infatti presto troppo geloso e possessivo, tanto da impedirle di avere i suoi spazi.

Nonostante ciò la coppia ebbe tre figlie Cinzia, Shobha e Patrizia, anche se il suo matrimonio poi arrivò alla conclusione. Battaglia riuscì ad ottenere il divorzio e dopo visse una lunga e felice storia d’amore con il collega Franco Zecchin.