Mauro Corona curiosità: che lavoro fa

Mauro Corona è da tempo ospite fisso del programma di Rai 3 Cartabianca, condotto da Bianca Berlinguer. L’alpinista è diventato quindi anche un noto volto della televisione. Ma che lavoro fa?

Nato nella provincia di Trento nel 1950, Mauro Corona da piccolo ha viaggiato molto, essendo figlio di due venditori ambulanti. Dal padre ha ereditato l’amore per le montagne e la passione per la caccia, mentre dal nonno, l’arte della scultura lignea. 

Mauro Corona dimostra fin da subito il suo lato ribelle e romantico, avvicinandosi in gioventù alla lettura di autori classici e importanti come Tolstoj, Cervantes e Dostoevskij, ancora adesso i suoi preferiti.

La carriera

Mauro Corona nel corso della sua vita si è occupato di diverse cose, ma prediligendo tutto ciò che aveva a che fare con la letteratura e la montagna. Dopo essersi ritirato dalla scuola, inizia a lavorare come manovale. Dopo il servizio militare, arriva il primo lavoro da scalpellino riquadratore, che gli dà la prima notorietà nella sua zona.

Mauro Corona decide dunque di affinare le sue qualità di scultore ligneo, affidandosi ad un maestro e il suo talento viene riconosciuto a livello europeo. Tutto questo mentre comincia ad esplorare le montagne. Corona infatti è anche famoso per aver scalato le maggiori pareti di roccia, sia italiane che estere. L’alpinista non riesce a tenere a freno la sua indole letteraria e presto inizia a pubblicare i primi libri, affermandosi come scrittore.

Cosa fa Mauro Corona

L’opinionsita di Cartabianca è uno scultore, scrittore e alpinista di fama internazionale, con all’attiva circa 30 pubblicazioni. È sposato con Francesca e ha 4 figli, tutti laureati: Marianna in psicologia, Matteo in Tecnologia delle comunicazioni, Melissa in Filosofia e Martina all’ Accademia di Brera. Il 72enne ama vivere da solo nei boschi a Erto, luogo da cui si collega per il programma di Rai 3.

Celebri molte sue frasi come quella sull’ infedeltà – “la fedeltà è una cosa superata” – con la quale ha confessato di aver tradito la moglie. E’ stato lo stesso alpinista a rivelare il compenso che percepisce per i suoi collegamenti in televisione: “Ho firmato un contratto, 500 euro a puntata, devo rispettarlo per necessità famigliari.”