Bianca Berlinguer, chi è e cosa fa il suo compagno: presto sposi

Giornalista sopraffina ma donna profondamente riservata la figlia del compiantissimo Enrico Berlinguer, scomparso negli Anni ’80. Bianca, impeccabile conduttrice di Cartabianca è legata  da tantissimi a a un uomo… Di chi si tratta? Chi è e che cosa fa il suo compagno?

Chi è l’uomo che ha rubato il cuore della sopraffina Bianca Berlinguer, conduttrice di Cartabianca e suo compagno di vita oramai da tantissimo tempo?

Il secondo grande amore della propria vita di Bianca Berlinguer

Per Bianca Berlinguer si tratta in verità della sua seconda unione sentimentale più importante della sua vita. La giornalista ed ex direttrice del TG3, ora  vincente e convincente conduttrice di Cartabianca, è convolata a nozze con il compagno, il 73enne giornalista e docente Luigi Manconi.

La notizia, davvero ghiotta,  giunta dal settimanale DiPiù e da Dagospia, che hanno divulgato le foto delle pubblicazioni di matrimonio, affisse al Comune di Roma. In realtà i due sono fidanzati da ben 25 anni e hanno messo al mondo una figlia che ora ha 23 anni, il cui nome è Giulia Manconi.

Per entrambi si tratta delle seconde nozze. Luigi ha avuto due figli dalla sua precedente unione, quali Davide  e Giacomo. Della sua prima moglie- tuttavia- non ci sono notizie.

Bianca Berlinguer è stata- invece- in precedenza sposata con Stefano Marroni, ex vicedirettore del TG2 e attuale capoufficio stampa della Rai.

Luigi Manconi,  grande professione con un passato in politica

Luigi è nato a Sassari nel 1948, sotto il segno zodiacale  dei Pesci. E’ laureato in Scienze Politiche presso l’Università Statale di Milano ed è insegnante di Sociologia. Ha alle spalle anche un’ avvincente carriera in politica, che lo ha visto  ricoprire i ruoli di senatore e portavoce nazionale per i Verdi dal 1994 al 2001. Successivamente  è stato sottosegretario nel PD durante il secondo Governo Prodi, infine senatore dello stesso dal 2013 al 2108.

Inoltre svolge con passione anche le mansioni di giornalista e di scrittore. Uomo diretto e sempre pronto a difendere i propri ideali, Luigi Manconi  ha anche partecipato attivamente a diverse battaglie sociali, attraverso la sua attività politica, giornalistica e la sua scrittura.  Inoltre è da sempre un garante dei diritti dei detenuti e difensore delle vittime di abusi da parte delle forze dell’ordine.

Durante la sua esperienza in Parlamento, fu il primo a mettere in evidenza il caso di Stefano Cucchi e di tante altre morti sospette nel corso di azioni di fermo da Polizia e Carabinieri. È stato pure il primo a presentare un disegno di legge sulle unioni civili, nel 1995, e sul testamento biologico l’anno successivo, ovvero nel 1996.

La malattia di Luigi

Dal  2007 Luigi è affetto da una grave forma di ipovisione causata dal sommarsi di più fattori, tra i quali glaucoma, distacco della retina e forte miopia. L’uomo tuttavia non si è mai e poi mai fatto abbattere dalla malattia, al contrario, forte della sua tempra caratteriale da vero guerriero, ha sempre cercato di affrontarla con un certo spirito.

Non per nulla un po’ di tempo fa  ha dichiarato in un’intervista a Repubblica: “Per esempio, io non so che faccia abbia Obama. Nel 2008, quando venne eletto, non ero già più in grado di memorizzarne il volto. Direi che ha una testa ovaloide. È così? Tutto quello che non ho filmato nel cervello prima della mia patologia, mi è visivamente sconosciuto”.

Poi ha anche voluto tosto aggiungere: “Lo dico (della cecità, ndr) a quelli con cui entro in contatto, molti lo apprendono all’improvviso. Di solito, mi danno una pacca lieve sul braccio e mormorano: scusa, non sapevo. Scusa di che? Io sono più cose: politico, docente universitario, padre di tre figli. E c’è Bianca (Berlinguer, ndr). In più ho anche un handicap. Anche, capisce”.