Nathalie Guetta e l’addio di Terence Hill: la confessione dell’attrice

Nathalie Guetta commenta il cambiamento epico all’interno del cast di Don Matteo con l’uscita di Terence Hill e l’arrivo di Raoul Bova. Ecco cosa ha detto la perpetua più famosa d’Italia. 

Don Matteo è una delle serie più longeve della televisione italiana. L’asso vincente della Rai, il programma che interessa sempre e non annoia e soprattutto non “spaventa”, neanche con l’uscita del pilastro che l’ha tenuta in piedi fino adesso, ossia Terence Hill.

Arrivata alla sua tredicesima stagione, il celebre attore che per tutti questi anni ha interpretato il prete in bicicletta, ha deciso di darci un taglio. Al suo posto un nuovo prete, più giovane, ossia Raoul Bova nei panni di Don Massimo Sartori. Un cambiamento importante, che ha davvero sorpreso i fan, ma anche gli altri protagonisti all’interno del cast. Nathalie Guetta ha detto come la pensa attraverso un’intervista rilasciata a Fanpage.

Raoul Bova gentiluomo come Terence Hill

Natalina Diotallevi è la perpetua di Don Matteo, interpretata dalla bravissima Nathalie Guetta che dalla prima puntata della seria è stata sempre presenta sul set. Natalina infatti è uno dei personaggi storici della fiction che 22 anni fa è approdata su Rai 1.

L’attrice ha commentato l’addio di Terence Hill, arrivato nel corso di questa tredicesima stagione. La Guetta ha sottolineato lo stupore che tutti hanno provato e soprattutto la velocità con cui è accaduta la cosa:

 “Inizialmente eravamo sconcertati perché eravamo e siamo molto attaccati a Terence.” – ha subito fatto sapere- “Ci ha presi un po’ tutti alla sprovvista, ma la sua decisione andava rispettata, era un’esigenza sua”. Poi ha confessato che tutto il cast aveva “l’ansia di accogliere Raoul Bova nel miglior modo possibile”.

L’assenza di Terence Hill sicuramente influirà sulla seria ma, secondo l’attrice, non in maniera negativa: “Io penso che non ci sarà alcun problema perché Raoul Bova è una persona di grande professionalità, che ha lavorato benissimo con noi – ha poi dichiarato– “Siamo passati da un grandissimo gentiluomo a un altro grandissimo gentiluomo. Terence non si cancella, è ed è stato la serie, ma adesso c’è Raoul Bova che ha avuto la capacità di entrare con delicatezza in questo mondo”.