Regina Elisabetta funerale, accelera tutto: il dettaglio che inquieta

Un piccolo dettaglio svela che ci si sta preparando, quasi al tempo stesso, per il Giubileo di Platino e per il programma per le esequie della sovrana.

Mancano pochi giorni al compleanno della regina Elisabetta II: il 21 aprile saranno 96 anni e mai come quest’anno la regina li mostra tutti. Gli ultimi due anni sono stati forse i più pesanti del suo regno: la Megxit, lo scandalo del principe Andrea, la morte del marito Filippo d’Edimburgo e la pandemia che ha cambiato la routine e la vita di tutti.

Regina Elisabetta 20220413-tipiu.com

Elisabetta II ha il long Covid

Il Covid ha influito particolarmente sulla vita della stessa sovrana: diverse settimane fa ha contratto anche lei il virus, da cui è guarita un mese fa ma che ha lasciato sul suo corpo segni visibili, in primis una debolezza e una spossatezza che l’hanno obbligata su consiglio medico a diradare fino ad annullare i suoi impegni pubblici.

La sovrana stessa ha confessato di avere il long Covid in una videochiamata con pazienti e camici bianchi del Royal London Hospital di Whitechapel, a Londra:Questo virus lascia molto stanchi ed esausti, non è vero?, sono state le sue parole. A due generali aveva già confessato le difficoltà  a stare in piedi e deambulare senza l’ausilio di un bastone.

Col bastone alla messa per Filippo d’Edimburgo

Così si era presentata alla messa in suffragio del marito morto nel 2021 e sembra che all’interno del castello di Windsor si muova con una sedia a rotelle ma non voglia assolutamente mostrarsi così ai suoi sudditi e stia facendo di tutto per mantenere le forze per le celebrazioni del Giubileo di Platino, che marcano i 70 anni di regno.

Regina Elisabetta alla messa per Filippo d’Edimburgo 20220413-tipiu.com

Insieme al Giubileo, accelera l’operazione London Bridgeil

Le precarie condizioni di salute fanno però sì che insieme alle celebrazioni per il Giubileo si stiano intensificando anche quelle per la cosiddetta “operazione London Bridge”, il complesso programma per le esequie della sovrana e della successione al trono del figlio Carlo: dieci giorni in tutto. Nessuno lo vuole ammettere, ma la Pasqua di quest’anno potrebbe essere l’ultima da sovrana, per Elisabetta II, prima di cedere scettro e corona a Carlo.

Il dettaglio: l’ordine tempestivo e massiccio di muffles per le campane del regno

Un dettaglio fa capire che ci si sta muovendo in quella direzione: in queste settimane le piccole pelletterie del regno sono state invase dagli ordini per i “muffles” per rivestire i batacchi delle 16.000 campane di tutta la Gran Bretagna e che servono per attutire il rintocco in segno di rispetto per il lutto della famiglia reale.

Si tratta di articoli speciali che sempre meno artigiani sono in grado di fabbricare, da qui la tempestiva richiesta ai pochi che ancora li producono. L’ultima volta che i muffles sono stati usati risale esattamente a 70 anni fa per la morte del padre della sovrana, il re Giorgio VI. Da allora, ovviamente, i vecchi muffles si sono deteriorati e ne servono di nuovi: due per campana, per un totale di circa 100 euro.