Il Castello delle Cerimonie, quanto frutta alla famiglia Polese?

Reso celebre da un reality tv, gode oggi e godeva già allora di seguito e popolarità. Ma quanto ci guadagnano i proprietari?

Imma Polese Matteo Giordano 20220110-tipiu.com

La Sonrisa è una delle location per matrimoni ed eventi più famose d’Italia: se il nome vi è poco familiare, sicuramente lo sarà invece Il Castello delle Cerimonie, l’hotel a 5 stelle di Sant’Antonio Abate in provincia di Napoli protagonista da anni dell’omonimo e fortunatissimo reality show.

Benvenuti al Castello delle Cerimonie!

Nato come Il Boss delle Cerimonie, alla morte dello storico direttore e proprietario Antonio Polese lo show è diventato appunto Il Castello delle Cerimonie, guidato dalla figlia del “boss” Imma Polese e dal marito Matteo Giordano. Insieme, coadiuvati dallo staff, i due fanno di tutto perché ogni coppia di sposi (ma non solo) possa vivere al meglio il proprio sogno d’amore.

Tempi di prenotazione lunghissimi

Già, perché questo castello è il sogno di tutti gli sposi: in barba alla sobrietà, è considerata la location per matrimoni (ma anche per fidanzamenti, diciottesimi, compleanni) più ambita di tutta la zona, tanto che i tempi di prenotazione possono variare dall’anno e mezzo ai due anni… quindi conviene essere molto sicuri delle proprie intenzioni!

Il Castello delle Cerimonie 20220110-tipiu.com

Il sogno di tutti gli sposi

Questi lunghissimi tempi di prenotazione significano solo una cosa: tutti vogliono festeggiare al Castello delle Cerimonie. Il che si traduce in un guadagno di tutto rispetto per la famiglia che lo dirige: ma quanto guadagna la famiglia Polese? È presto detto: basta fare un rapido calcolo tenendo conto del prezzo medio a persona di un menu di nozze e della quantità di ospiti che il Castello può accomodare.

Quanto guadagna la famiglia Polese?

Partendo da quest’ultima voce, i dati riportati da Imma Polese e dal marito in un’intervista di qualche anno fa a Vanity Fair parlano di due feste di matrimonio celebrate al giorno con banchetti di oltre 400 invitati e di un costo medio che va “Dagli 80 a 120 euro a persona. Con 90 euro si fa un ottimo menu. Poi, certo, se una sposa vuole le peonie a dicembre, diventa un problema andarle a prendere e si deve pagare extra“, secondo quanto raccontato da Matteo.  Una notte in una delle sfarzose camere in stile veneziano parte invece da 90 euro a notte.

 “Fare una cerimonia al Castello è una garanzia”

Naturalmente si tratta di cifre pre-Covid ma oggi come ieri, Imma e Matteo prendono molto seriamente il desiderio di vivere un sogno delle coppie che si rivolgono a loro, dopo aver messo da parte nel tempo la cifra impegnativa che vivere un sogno alla Sonrisa richiede. “Fare una cerimonia al Castello è una garanzia, gestire tutte quelle persone non è facile, e se qualcosa va storto non c’è modo di riparare. È un giorno, o la va o la spacca. Non c’è replica, non c’è rete di sicurezza, se ti va male una cerimonia, non puoi più rimediare. Per noi sarebbe uno su mille, a loro gli hai rovinato la vita“, ha dichiarato Imma qualche tempo fa a Vanity Fair.