Raffaella Carrà, la dolorosa rivelazione: “Prima di morire, cosa mi ha detto”

Cristiano Malgioglio, ospite a Oggi E’ Un Altro Giorno parla della sua vita e della sua carriera, senza riuscire a trattenere il dolore, davvero forte e profondo, ricordando la scomparsa della showgirl Raffella Carrà, che ha fatto la storia della TV italiana.

Cristiano Malgioglio e il suo ricordo di Raffaella Carrà: la loro ultima telefonata, a pochi giorni della sua dipartita

Il 5 luglio del 2021 è e resterà una triste data per il mondo dello spettacolo e della televisione italiana dovuto all’inaspettata scomparsa di Raffaella Carrà, che può – a dovere di cronaca – essere tranquillamente definita come colei che ha letteralmente fatto la storia della Tv nostrana.

Ballerina, cantante e presentatrice impeccabile, tanto che molti suoi successi sono ancora ballati e cantati in tutto il nostro Paese e non solo, era malata da molto tempo ma, per via della sua proverbiale riservatezza, nessuno ne sapeva nulla .

E ora uno l’inconfondibile Cristiano Malgioglio, ha deciso di rompere silenzio ai microfoni di Serena Bortone parlando dell‘ultima telefonata avvenuta tra lui e la grandissima amica e compianta artista.

Per lui è stato un trauma la sua morte. Ha pensato che fosse una fake news. Ha sofferto troppo

Cristiano inoltre, alla visione del video della  la Carrà mentre cantava Forte Forte, non ha saputo trattenere le lacrime.

“Le sue parole sono come se fossero l’intero testamento della mia carriera. Mi aveva detto ‘Cristiano quando arrivi tu in televisione, la televisione cambia colore. Ti prego non cambiare mai’ In quel momento io sono rimasto stranito. Quando è morta per me è stato un trauma. Il mio agente mi ha avvisato e ho pensato a una fake news… ho sofferto troppo”, queste le parole del cantante e autore in una sua dichiarazione a cuore aperto.

E poi ha voluto donare ai telespettatori un ricordo inedito della Raffà, ovvero la loro ultima telefonata

Il suo velato addio nella loro ultima telefonata

“Non ricordo cosa le dissi, l’avevo salutata e lei aveva riso come sempre. A un certo punto aggiunse: ”Ti prego Cristiano, quando arrivi tu la televisione cambia colore, non cambiare mai’. Allora non capii cosa volesse dirmi, non mi aveva mai parlato così, ma ora so che quello era un messaggio di amore, di addio per me. Ogni volta che ci ripenso mi commuovo. Raffaella era un’artista completa, sapeva fare tutto: stare in scena, ballare, cantare, recitare donne. Un po’ come Loretta Goggi e Rita Pavone. Era una donna forte che ha sacrificato la sua vita personale per il lavoro. Oggi non solo la stampa italiana ma anche quella estera parlano della scomparsa della Carrà e questo non è mai avvenuto per nessuno.”, ha poi raccontato trattenendo a stento le lacrime.

E’ chiaro che l’artista è ancora molto addolorato al ricordo di Raffella e, come poi affermato dallo stesso, capì che le sue parole celavano un velato “addio”, non essendo nemmeno lui, seppure li legasse una grande amicizia, al corrente della sua malattia.