Alessandra Mussolini, che fine ha fatto il marito? Ecco la sua vita oggi

Alessandra Mussolini è da tanti anni sposata con Mauro Floriani. Se lei è più avvezza al piccolo schermo, in cui appare spesso nei programmi e nei talk, di lui si sono praticamente perse le tracce. Che fine ha fatto?

Una coppia unita

Nato a Roma nel 1961 Mauro Floriani si laurea all’Università di Trieste,  prima di traferirsi a Losanna per frequentare la Business School. Poi arriva il master alla Bocconi e una seconda laurea all’Università Tor Vergata in Scienze Economiche. Conosce Alessandra Mussolini quando entrambi erano molto giovani e insieme hanno messo su famiglia, con la nascita dei tre figli Caterina, Romano e Clarissa.

Alessandra Mussolini e Mauro Floriani sono convolati a nozze nel 1961 e da allora sono sempre apparsi uniti. Lo sono stati anche durante il terremoto giudiziario e mediatico scoppiato nel 1994 per l’inchiesta delle “baby squillo” dei Parioli, in cui Floriani è risultato coinvolto.

Mauro Floriani e lo scandalo delle “baby squillo”

Il nome di Floriani infatti è spuntato nel corso di un’intercettazione telefonica. Come riportava La Repubblica ai tempi e stando alla Procura, il marito di Alessandra Mussolini, sarebbe stato il cliente di una delle due studentesse minorenni, che si prostituivano in un appartamento del quartiere romano. Floriani alla fine, ha patteggiato la pena,  per un anno di reclusione e 1800 euro di multa.

Da quelle vicende che lo misero sulle prime pagine dei giornali, di lui non si è saputo più niente tranne per il fatto che la moglie gli è rimasta accanto. Il loro è un bellissimo rapporto fatto, alla luce dei fatti, anche molto forte e inossidabile.

La parole di Alessandra Mussolini

Parlando proprio del marito Mauro Floriani, Alessandra Mussolini tempo fa, durante un’intervista, aveva spiegato come effettivamente la pensa sui fatti accaduti, senza tralasciare il dolore e la delusione che comunque ha provato:

“Perdonare mio marito? Ma che siamo matti? – aveva fatto sapere – Si vive, non si perdona! Perdonare spetta al Papa, ai preti, alle suore, agli uomini no. Ma chi perdona! Vivi, comprendi e stai con una persona che è fondamentale, lo è stata e lo sarà, per i miei figli, per me, per la mia famiglia. Il perdono? Chi perdona veramente?” Furono le parole schiette dell’ex parlamentare di MSI, Alleanza Nazionale e Forza Italia