La Casa di Carta, Ursula Corbero, avete mai visto la sorella? Bellissima

La Casa di Carta è indubbiamente una serie cult e i suoi attori protagonisti sono diventati delle star. Anche la bellissima Ursula Corbero che interpreta la conturbante Tokyo è diventata in men che non si dica una diva. Ma avete mai visto la sorella? Una splendida mora!

La Casa di Carta, è Ursula Corbero, alias Tokyo, la più amata

In questi giorni sono stati caricati su Netflix gli ultimissimi episodi dell’ultima stagione de La Casa di Carta, una serie che pian piano è entrata sempre più nel cuore degli spettatori di tutto il mondo, giovanissimi in primis, e che ha permesso agli attori protagonisti, di farsi amare sempre più ad ampio raggio pressoché in tutto il mondo.

Oggi sono dei divi e sono richiestissimi anche per pellicole cinematografiche e altre serie Tv. Inoltre in molti hanno anche dato vita a simpatiche ricerche volte a ” scovare” gli artisti in altre serie, per notare i loro cambiamenti fisici e le loro migliorie a livello professionale. E tra i più amati e seguiti anche sui Social, in nome della sua incredibile avvenenza e della sua ingente sensualità, c’è  Ursula Corbero che nella “Casa” interpreta Tokyo.

Splendida alla premiere per l’ultima stagione, in compagnia dei suoi cari, ha sfilato sul red carpet anche con la sorella. L’avete vista? Sapete com’è?

Ecco Monica, la sua bellissima sorella maggiore

Eccola la donna: mora, alta e bellissima! Osservandola con attenzione si può notare una certa somiglianza con la tanto celebre sorella che sostiene con grande affetto. Le due sono molto legate, sebbene non abbiano lo stesso papà. Difatti la maggiore, che si chiama Monica, è nata da una relazione fuori dal matrimonio quando la mamma, Esther Belgrado, aveva solo 17 anni!

A tal proposito l’attrice ha dichiarato durante una sua bella e recente intervista: “Nel momento in cui si cominciò a vedere la pancia diventò la piaga del quartiere: restò senza amici e, pur essendo una studentessa brillante, fu cacciata da scuola perché era ritenuta un cattivo esempio. Ma era felice lo stesso“.

La madre non l’ha mai ostacolata e il padre è orgoglioso di lei

La madre non ha mai ostacolato i sogni di gloria di Ursula, mettendosi immediatamente in moto per aiutarla, come poteva: “Vivevamo a 62 chilometri da Barcellona e mia madre non aveva né l’auto né la patente. Facevamo l’autostop per raggiungere il paese accanto e da lì prendere il treno per Barcellona e poi la metropolitana”, ha raccontato l’artista.

Anche il padre Pepe che svolge il lavoro di carpentiere non ha mai ostacolato la sua creatura ed è felice ed orgoglioso dei suoi successi. Cuore di papà!