Mediaset, sospesi Giordano e Del Debbio. Ecco perché

Mediaset, notizia choc: sospesi Mario Giordano e Paolo Del Debbio . E mentre ne spieghiamo i motivi, vediamo anche di scoprire quanto guadagnano i due giornalisti e conduttori TV, tanto amati dal grande pubblico.

 

Notizia choc: stop di un mese e mezzo per Giordano e Del Debbio. Lo ha deciso Pier Silvio Berlusconi

Ha lasciato a bocca aperta tutti quanti la notizia, fresca fresca di stampa, come si suol dire, che riguarda da vicino  le Reti Mediaset: Fuori dal coro e Dritto e Rovescio, seguitissimi talk condotti dai giornalisti Mario Giordano e Paolo Del Debbio, in onda su Rete 4, andranno in pausa per la bellezza di un mese e mezzo, dunque non solo per via della classica pausa natalizia che investe danni la Tv.

In pratica andranno in onda nel 2021, ormai agli sgoccioli, per l’ultima volta, rispettivamente il 7 e il 9 dicembre. Il loro ritorno è previsto solo per la fine del mese di gennaio 2022, probabilmente tra il 25 e il 27 del mese.

A rendere ancora più tosta la news è che colui che ha preso questa decisione di petto che,  a quanto pare, sè stato direttamente l’AD delle Reti, l’affascinante Pier Silvio Berlusconi.

Uno stop che potrebbe costargli molto caro!

Chiaramente il fatto di non andare in onda dai primi di dicembre fino alla fine del mese seguente, non permetterà alle trasmissioni di seguire da vicino e con una certa tempestività tutte le novità riguardanti il Super Green Pass e il suo evolversi, oltre che le continue proteste da parte dei No Vax.

Inoltre non potranno nemmeno affrontare nemmeno il periodo in cui inizieranno le votazioni per eleggere il prossimo Presidente della Repubblica.

Insomma, si è capito, questo lungo e forzato stop per Giordano e Del Debbio potrebbe costare loro la perdita di una grande fetta di pubblico che per saperne di più su certi argomenti potrebbe decidere di scegliere di seguire altre trasmissioni e di non tornare più a seguirli con lo stesso interesse quando torneranno in onda, lo ribadiamo, a fine gennaio.

Non per nulla  La7 “PiazzaPulita” (dopo l’ultima puntata del 16 dicembre) farà ritorno in video giovedì 13 gennaio. Discorso identico anche per “DiMartedì” (sempre su La7) e per “CartaBianca“ su Rai3. Insomma, i due conduttori di Rete 4 non potranno certamente dormire sonni tanto tranquilli. Ma per quale motivo è stato imposta loro questa pausa?

Hanno pestato un po’ troppo i piedi contro i No Vax e gli scettici. E poi hanno stipendi troppo elevati!

A quanto pare con i loro interventi hanno, come si suol dire, pestato un po’ troppo i piedi contro  anti-vaccinisti e agli  scettici rispetto alle misure adottate dal Governo. Un atteggiamento che, a quanto pare,  ne avrebbe determinato la sospensione. Un’ ennesima prova a riguardo? Zona Bianca, dove l’approccio è considerato più populista, andrà sempre in onda senza nemmeno saltare una puntata!

Dulcis in fundo, come sorta di ciliegina sulla torta, pare che ci siano anche l’aspetto economico: pare che i due percepiscano un emolumento annuo che si attesti tra i 180mila e i 200mila euro annui. E chiaramente con questa bella pausa a loro  imposta si potrebbe pensare anche a taglio del loro stipendio!