Pesticidi su frutta e verdura , ecco i migliori ed efficaci metodi per eliminarli

Spesso non ci pensiamo, ma possono essere presenti pesticidi su frutta e verdura, persino bio. E per eliminarli non basta sciacquarli. Ecco i migliori rimedi per rimuoverli del tutto.

Pesticidi, come eliminarli realmente da frutta e verdura

Sovente, quando acquistiamo frutta e  verdure pensiamo che per eliminare possibili pesticidi basti sciacquarli sotto l’acqua corrente. E in altri ci illudiamo di poterlo fare ancora più facilmente se la frutta e la verdura è bio. In realtà non basta questo gesto per eliminarli e ciò può provocare seri danni alla nostra salute. Ergo, stiamo attenti ad averli lavati bene prima di mangiarli!

Ma come eliminarli facilmente a casa nostra? Vi consiglieremo i migliori  e i più assai efficaci metodi per eliminarli efficacemente. I rimedi della nonna.

Acqua salata e aceto o bicarbonato di sodio, ecco i rimedi più efficaci

L’acqua salata e l’aceto sono un mix esplosivo in tale direzione: vi basterà lavare le verdure per 20 minuti in questa soluzione per eliminare in men che non si dica i residui di 4 più comuni pesticidi, quali il clorpirifos, il DDT, la cipermetrina e il clorotalonil.

Un’altra dritta è quella di  lavarla con una miscela di acqua e bicarbonato di sodio, che è quella più efficace in tale direzione, perché in grado di eliminare sia i residui di pesticidi sia sulla superficie che sotto la buccia della frutta, mele in primis.

Il primo studio, quello dell’acqua salata e di aceto è stato pubblicato sul Food control, mentre il secondo sul Jornal of Agricultura and Food Chemistry.

E sempre per lavare bene la frutta, in particolare quella dalla buccia liscia, possiamo sfruttare il metodo già segnalato del bicarbonato di sodio, mentre per quanto concerne fragole e frutti di bosco è bene sciacquarli sotto acqua fredda in un colino a rete, quindi asciugarli delicatamente con un canovaccio pulito o della carta assorbente da cucina prima di mangiarli.

Un’avvertenza: non bisogna mai  sciacquarli una volta appena acquistati perché in tale maniera aumenterà  l’umidità e s’accelererà la microflora, la muffa e il deterioramento. Ecco perché è meglio sciacquarli solo prima di mangiarli.

Altre dritte per eliminare come si deve i pesticidi sia dalla frutta che dalla verdura, con qualche interessante distinzione

Passiamo ora la lavaggio delle verdure, utilizzando sempre il bicarbonato di sodio, facendo qualche distinzione. Per verdura a foglia verde è bene riempire una centrifuga per insalata con le verdure e con l’acqua, quindi aggiungere un cucchiaino di bicarbonato di sodio e mescolare con cura. A questo punto dobbiamo  immergere le verdure per due minuti, sciacquare e asciugare, quindi risciacquare e asciugare nuovamente.  Tuttavia se non si possiede la centrifuga si può usare una ciotola dove lasciare in ammollo le verdure e asciugarle, tamponando le foglie con un canovaccio o carta da cucina.

Per tutte le altre verdure basta riempire una grande ciotola d’acqua, quindi aggiungere un cucchiaino di bicarbonato di sodio e solo allora le verdure. Lasciarle a bagno per due minuti o qualche minuto in più, quindi strofinarle con un pennello e sciacquare.

Infine, per pulire come si deve i funghi è bene strofinarli delicatamente con una spazzola per verdure e quindi procedere al risciacquo veloce sotto il getto dell’acqua corrente,  per poi procedere ad asciugare con un canovaccio o carta da cucina.