“La prima volta che abbiamo fatto l’amore”: Giorgio bollino rosso su Gemma

Certi fatti privati devono rimanere privati oppure se si parla di personaggi pubblici che partecipano a un dating show si può raccontare tutto?

Giorgio Manetti Gemma Galgani

Giorgio Manetti e Gemma, tutta la verità… di lui

ll quesito è meno teorico e meno amletico di quanto sembri visto che è ciò che successo con Giorgio Manetti, che in un’intervista a Fanpage ha raccontato la sua complicità con la ex storica Gemma Galgani e cosa sia successo in occasione della loro prima volta. Non è sceso in particolari troppo intimi, ovviamente, né si è lasciato andare a commenti poco edificanti, anzi. Ecco cosa ha detto…

“La femminilità o ce l’hai o non ce l’hai.” E Gemma…

Tra loro “C’era chimica. Gemma aveva 65 anni, io 59, ma non mi sembrava che fosse una donna così orribile. Ancora oggi, dopo sei anni, mi chiedono come ho fatto ad andare con Gemma. Io guardo queste persone e il/la loro partner e rispondo: “Io mi chiedo come cavolo fai tu ad andare con quell’elemento.”

Gemma ha due gambe belle, ha un bel portamento. È femminile. La puoi giudicare quanto vuoi, ma è femminile, non si scappa. La femminilità o ce l’hai o non ce l’hai. Vai a spiegarglielo a una donna di 30 anni, che magari si muove in un modo che a me non fa nessun effetto.” Per questo quando si presentavano altre donne, lui magari andava in esterna ma poi era a Gemma che telefonava per dare la buonanotte.

Gemma Galgani Giorgio Manetti

La prima volta tra Gemma e Giorgio

La chimica tra loro non significa che Gemma si concesse subito, spiega ancora Manetti. “Non è vero che si è concessa subito. Su questo ha ragione Gemma. Siamo stati insieme dopo tre volte che ci siamo visti. Ricordo che eravamo nel mio albergo, poi Gemma ha preso un taxi ed è andata a dormire nel suo hotel.”

La mattina dopo quella notte insieme, mi sono alzato e ho fatto colazione da solo. Vicino al tavolino c’era una gerbera, un fiore molto bello di colore lilla. Ho preso il telefono, ho fatto una bella foto e l’ho mandata a Gemma: “Ecco Gemma, questo è per te”. Un piccolo gesto che lei ha apprezzato.”

Ritorno di fiamma? Mai, perché “Posso perdonare, ma non dimentico.” 

Manetti chiude le porte a un eventuale ritorno con la Galgani. “Se incontrassi Gemma, però, sarebbe un piacerone mangiare o bere qualcosa insieme. Più che volentieri, ma ciò che è stato, è stato. Posso perdonare, ma non dimentico.” Ma cosa non dimentica? Il fatto che Gemma gli avesse promesso che sarebbero usciti insieme da Uomini e Donne e invece…

Fino alle 2 di notte del 3 settembre 2015, Gemma era al telefono a dirmi: “Tranquillo, domani usciamo insieme, ho avvisato la redazione. Saremo fuori dal programma”. La mattina dopo mi ritrovo al centro dello studio, con una persona che mi accusa… Sono rimasto malissimo“, deluso soprattutto dal fatto che Gemma non avesse il coraggio di vivere la loro avventura giorno per giorno.