Pina di Fantozzi, ricordate la prima attrice che l’ha interpretata? Che fine ha fatto?

Fantozzi il personaggio cult di Paolo Villaggio è sposato con la mitica Pina. Vi ricordate chi l’ha interpretata nelle prime edizioni della saga? Era Liù Bosisio, al secolo Luigia Bosisio.

Gli esordi e l’ultima apparizione al Cinema

Nata a Milano nel gennaio del 1936 Luigia Bosisio ha alle spalle una ricca carriera nel mondo della recitazione e del doppiaggio. Fin da ragazzina ha coltivato la passione per la recitazione frequentando dal 1953 al 1955 l’Accademia di Arte Drammatica di Milano.

Diventa famosa al Grande Pubblico, per l’interpretazione nel 1975, di Pina, nei primi due film di Fantozzi: “Fantozzi” e “Il secondo tragico Fantozzi“. Entrambi le pellicole sono state dirette da Luciano Salce. Liù Bossio verrà poi sostituita, per la parte di Pina, da Milena Vukotic. La sua ultima apparizione cinematografica è avvenuta nel 1986, sotto la regia di Neri Parenti proprio in Superfantozzi.

Liù Bosisio, la voce di molti personaggi famosi

Ma la Bosisio è conosciuta anche per aver lavorato molto come doppiatrice. Forse non tutti sanno che ha dato la voce a Marge Simpson nelle prime 22 stagioni della serie a cartoni animati, oltre a Patty e Selma Bouvier. Non è di certo l’unica sua esperienza nel mondo dei cartoni. L’attrice ha dato la voce anche a Spank, di Hello Spank e a Doraemon, il gatto spaziale. Si aggiunge Charlie Brown nell’omonimo cartone. Da sottolineare anche il doppiaggio all’attrice Angela Lansbury.

Dalla letteratura all’arte digitale.

Un’artista decisamente eclettica Liù Bosisio, che dopo aver abbandonato la carriera di attrice si è dedicata alla letteratura. Il suo primo testo teatrale risale al 1976 ed è tratto dal primo romanzo di Dostoevskij. Trent’anni dopo inizia una collaborazione con Buffonimaledetti.org, un sito che si occupa della promozione di giovani talenti in ambito di prosa, poesia e letteratura, diventandone successivamente redattore capo.

Buffoni Maledetti nel 2017 diventa anche un’Associazione Culturale e l’attrice è una dei soci fondatori. Ma non finisce qui: la Bosisio è veramente un vulcano di creatività, visto che ad un certo punto della sua vita decide di dedicarsi anche all’arte grafica digitale. Recentemente è stato pubblicato il sui ultimo libro dal titolo Nina e le sue strade.