Boldi e de Sica hanno litigato? La verità sugli attori

Christian De Sica e Massimo Boldi per tanti anni sono stati la coppia comica e divertente dei Cinepanettoni. Poi l’improvviso distacco: cosa è successo? E’ uno dei due attori a rivelarne il motivo

Una coppia comica amatissima

Hanno fatto ridere un’intera generazione, soprattutto durante le feste natalizie, quando l’appuntamento al Cinema per il Cinepanettone era un rituale come l’insalata russa al cenone di Capodanno o il bacio sotto il Vischio.

Ad un certo punto Massimo Boldi e Christian De Sica però hanno deciso di separarsi e gli italiani sono andati in confusione. Sono state molte le voci che si sono sollevate sulle motivazioni di tale decisione, una fra tutto il litigio. Ma è realmente così?

Il ritorno di Massimo Boldi e Christian De Sica

Massimo Boldi e Christian De Sica per lunghi 13 anni sono stati separati: nessun film insieme, niente di niente. Durante questo periodo si sono insinuate una miriade di supposizioni, fino alla sorpresa avvenuta nel 2018, quando i due attori sono tornati insieme per un film diretto proprio da De Sica, dal titolo “Amici come prima” – mai titolo più azzeccato, verrebbe da dire – andato in onda su Canale 5 lo scorso 15 gennaio.

Segue “In vacanza su Marte”, imbattuto nell’ostacolo della pandemia e per questo motivo, trasmesso, non sul grande schermo, ma in televisione. Insomma, alla fine è andato tutto bene, ma la domanda che molti si pongono rimane: avevano litigato?

Il motivo dell’allontanamento

Ci ha pensato Christian De Sica a togliere ogni dubbio e a mettere luce sulla questione, poco tempo fa a Verissimo, smentendo una volta per tutta la teoria del bisticcio: “La verità è che io sono rimasto con il produttore con il quale ho lavorato per trent’anni anni e lui è passato ad un’altra società perché voleva produrre i suoi film da solo – ha riferito De Sica a Silvia Toffanin – “Questa è la vera ragione della separazione, non abbiamo litigato. Poi dopo abbiamo iniziato a dire un sacco di cavolate, che io dovevo dargli 300 mila euro e che lui era arrabbiato con mia moglie, ma la realtà è solo questa”. Alla fine aggiunge:  “Chi l’avrebbe mai detto. Abbiamo lavorato insieme per 30 anni ma questo distacco ci è servito per poi poter ricominciare”