Bonus senza ISEE: 1.800 euro per tutti fino al 31 dicembre

Parliamoci chiaro: il destino del celebre bonus senza ISEE, è appeso a un filo. Previsti 1800 euro per tutti ma fino al 31 dicembre. Previste altre proroghe delle quali sta attualmente discutendo il Governo.  Chi può richiederlo? Come funziona? Ecco le ultime novità…

Il Bonus senza ISEE, tra possibili proroghe nel 2022. Ecco tutte le più importanti novità

Ha fatto molto discutere la possibilità di ottenere un bonus anche senza ISEE. Alcuni non otterranno la proroga all’anno nuovo, ormai alle porte, ovvero il 2022, mentre altri potranno essere rinnovati dall’Esecutivo Draghi, e ciò ha colto di sorpresa gli italiani.

Inoltre rimane  incerto il destino di un contributo che permetterà agli italiani almeno fino al 31 dicembre 2021 di ottenere un  bonus pari a 1800 euro  senza alcuni vincolo reddituale, quindi senza nemmeno presentare l’ISEE.

Pertanto bisogna attendere le prossime settimane per sapere che cosa si deciderà e, in particolare, su quali bonus senza ISEE verranno riconfermati anche nel 2022 e quali -invece- non saranno più effettivi, o se ne saranno creati di nuovi con altre regole da seguire per ottenerli.

Ma soffermiamoci ora su quello attualmente in vigore. Come si può ottenerlo e come funziona nel concreto?

Salva la possibilità di poterlo richiedere fino al 31 dicembre 2021

L’argomento  sta tenendo banco al Governo, che sta decidendo sul fatto di prorogarlo nel 2022 oppure no. Tenerlo in vita per ancora tanto tempo può incidere in maniera molto pesante sulle casse erariali, ma nel contempo non si può nemmeno non aiutare i cittadini che vivono in condizioni economiche davvero gravi, se non addirittura disperate in alcune situazioni.

Rimane comunque il fatto che  è salva la possibilità di richiedere fino al 31 dicembre 2021  la parte di bonus senza ISEE già attivi.

E tra questi spicca senz’altro un contributo che offre ai cittadini l’occasione di ottenere i già citati 1800 euro, per la realizzazione di lavori mirati sulla propria abitazione. Dunque bisogna documentare tutto questo con documenti alla mano, magistralmente compilati, con tanto di permessi qualora ne necessitino.

Arriva anche il Bonus Verde, ecco come funziona, chi può richiederlo e “le varie istruzioni per l’uso”

E tra gli altri bonus dei quali si sta parlando e che sono in attesa di conoscere il loro destino, ve ne è uno già pensato dal Governo Conte denominato Verde che in pratica sarebbe stato ideato per incentivare gli italiani a realizzare quei lavori che possano migliorare le condizioni degli ambienti, per l’appunto, green delle loro  abitazioni.

Inoltre ciò è stato anche pensato per aiutare le aziende che operano in tale settore, come il bonus già citato per i lavori di ristrutturazione del proprio immobile.

Ma attenzione: il Bonus Verde senza Isee pur non essendo legato al rispetto di soglie eredituali per ottenerle non spetta in maniera indistinta a tutti quanti ma solo a coloro che attestano di voler realmente intervenire con un po’ di lavori sulla loro abitazione in ambito  esclusivamente verde. Inoltre si tratta di lavori non di ruotine ma di manutenzione straordinaria. E’ anche possibile richiederlo per  interventi di installazione di nuovi sistemi di irrigazione di prati, giardini, nonché per realizzazione di pozzi.  Si possono inoltre  detrarre le spese sostenute per l’acquisto di nuove piante ecc., ma solo se tali interventi vanno ben oltre la semplice messa in posa delle piante nei vasi.

Un’ altra condizione da rispettare è legata strettamente all’immobile oggetto degli interventi. In pratica i lavori potranno essere realizzati solo ed esclusivamente su un edificio già esistente e non in fase di costruzione.

Escluse dal Bonus sono quelle spese come il semplice taglio dell’erba, la potatura degli arbusti e tutti quegli interventi che possono essere ottenuti -a buona ragione- nel mantenimento ordinario delle aree verdi.

Infine, è doveroso sottolineare che nemmeno gli interventi in economia, realizzati dal proprietario, rientrano in questo bonus, così come il lavori di rifacimento di manto erboso dei campetti di calcio o per altri usi sportivi e ludici.