Avete mai visto la figlia di Enrico Papi? E’ bellissima!

Rebecca, 22 anni, è la bellissima figlia del simpaticissimo conduttore Enrico Papi: siete di curiosi di vedere il suo volto? Eccolo qui sotto

Enrico Papi

Dopo aver raggiunto la grande popolarità alla conduzione di programmi diventati nel tempo autentici cult come “Sarabanda“, di reality come “La pupa e il secchione” e, su Tv8, di “Guess My Age” e “Name that Tune“, Enrico Papi è di nuovo sulla cresta dell’onda grazie allo straordinario successo che sta riscuotendo al timone di “Scherzi a parte“, in onda ogni domenica sera su Canale 5.

Ma Enrico Papi è anche un uomo realizzato nel privato: ha infatti una splendida moglie e due adorabili figli. Siete curiosi, quindi, di conoscere la sua figlia? Enrico Papi è attualmente sposato, dal 1998, con Raffaella Schifino da cui ha avuto due bellissimi figli: la primogenita si chiama Rebecca che adesso ha 22 anni, il secondogenito si chiama Iacopo ed è nato nel 2008. Dalle foto pubblicate sui vari profili social si arguisce che la ragazza è davvero bellissima: purtroppo non si sa molto altro sul suo conto in quanto ha sempre preferito tenersi alla larga dai riflettori. La giovanissima è inoltre molto legata ai suoi genitori e pertanto non mancano scatti che documentano la loro quotidianità.

Enrico Papi: il salvataggio della famiglia dall’uragano Irma

Rebecca Papi

Nel 1998 Papi è convolato a nozze con Raffaella Schifino da cui, come anticipato nel primo paragrafo, sono nati Rebecca e Iacopo. Tale figlia, tale madre: essendo molto riservata, non ci sono altre informazioni sulla moglie di Enrico Papi. Quel che è certo è che anche dopo 23 anni di vita coniugale i due sono ancora innamoratissimi e quindi non possono fare a meno l’uno dell’altra.

Il presentatore ha rivelato di aver salvato la sua famiglia dall’uragano Irma, abbattutosi sulla sua casa in Florida nel 2017. In quell’inferno la tensione era tanta – ha confessato il conduttore – è stato massacrante ma anche dall’altra parte del globo sono riuscito a coordinare la loro evacuazione. Fortuna che, prima che io partissi, con Raffaella avevamo fatto il pieno di carburante all’auto“.