Ultimo, amaro (ed importantissimo) sfogo: le parole del cantante su Instagram

Niccolò Moriconi, in arte Ultimo, è uno dei cantanti delle nuove generazioni più amati dal grande pubblico. Seguitissimo sui Social, ha appena pubblicato sul suo profilo ufficiale Instagram un post molto intimo e personale, oltre che introspettivo, corredato da uno splendido scatto rigorosamente in bianco e nero. Il suo sfogo è diventato in men che non si dica virale.

Ultimo, uno dei cantanti più amati di oggi

Niccolò Moriconi, meglio conosciuto come Ultimo, è uno dei cantanti più amati dai ragazzi di oggi. Il giovane romano ha pubblicato negli anni una serie di brani e di album che in men che non si dica hanno scalato le classifiche, fino a conquistarne meritatamente la vetta. Ha anche ottenuto svariati dischi d’oro e di platino, oltre che numerosi premi.

E’ anche seguitissimo sui Social ed è proprio qui che ha di recente pubblicato un post molto intimo, a tratti romantico, nel senso più etimologico del termine, corredato da uno splendido scatto che lo ritrae, rigorosamente in bianco e nero.

L’argomento trattato è molto delicato e lui ne ha parlato con un tocco di poesia e di raffinata maestria. Caratteristiche che contraddistinguono da sempre la sua eccellente arte di cantautore e di paroliere.

Il suo sfogo sui Social è duro ma anche poetico

La salute mentale è stata totalmente dimenticata, mettendo al primo posto solo quella fisica. Oggi, soprattutto tra i miei coetanei, si tende a respingere il dolore ai margini di se stessi, accettando una condizione di benessere mediocre, pur di dire “sto bene”. E poi che palle questa continua concorrenza tra le persone, questa sovraprestazione a cui tutti ambiscono, questo volersi a tutti i costi superare sempre. Questi mental coach che vanno tanto di moda e che ti spronano, urlandoti sempre che devi essere il numero uno e devi correre, correre, correre. Ma per andare dove? Perché questa necessità di mostrare solo le parti belle? Perché porgere solo il lato “meno ferito”? Si può anche dire di non sentirsi bene e il dolore e la solitudine NON DEVONO essere innominabili.

La rabbia che avevo vive tutta dentro questa mia canzone
la vita è un giro di giostra che inverte la direzione
poi il mondo è un posto sbagliato con le giuste intenzioni,
ma io sono quello che ho amato,
io sono le mie canzoni”.

Questo il lungo e appassionante messaggio che il cantautore romano ha voluto lasciare ai suoi numerosi followers, che hanno dimostrato di apprezzarlo tantissimo e di sottolineare ancora una volta la sua immensa sensibilità di giovane uomo e di artista.

Rivelazioni choc dal suo passato

Un artista e un giovane uomo che, durante una bella intervista rilasciata a Vanity Fair, ha parlato anche di alcuni episodi avvenuti sui banchi di scuola, che l’hanno fatto soffrire e non poco!

“Ogni volta che entrava in classe diceva: “Ehi Moricone guarda che di canzoni non si vive.”, nel raccontare ciò Niccolò si è riferito a un professore che da giovane aveva anche lui provato a diventare musicista, senza però riuscirci. E così lui, ancora ragazzino temeva di non riuscire a realizzarsi, proprio come il suo insegnante!

“Quanto lo vedevo pensavo che non avrei mai voluto ritrovarmi a 50 anni così, triste e frustrato.”. E per rincarare la dose in tale direzione ha anche poi aggiunto: “Ci sono molti adulti fichissimi, altri che da piccolo mi hanno un po’ traumatizzato, che quando li guardavo pensavo: “Non voglio finire come loro“.

Ma vedendo gli ottimi risultati che sta ottenendo finora non c’è alcun pericolo che lui faccia la loro assai amare e assai triste fine!