Marco Bocci herpers al cervello: “L’ho scoperto solo quando…”

Sta per ritornare in TV con la fiction Fino All’Ultimo Battito, in prime time su Rai Uno, il bello e bravo Marco Bocci. Ma ora a far parlare di lui non è il suo matrimonio con  la splendida Laura Chiatti , che va a gonfie vele, ma una notizia riguardo alla sua salute che ha fatto non poco preoccupare le sue numerose fan.

Il grande ritorno in Tv di Marco Bocci

C’è molta attesa per il ritorno del bellissimo Marco Bocci sul Piccolo Schermo; stavolta la fiction che lo vedrà tra gli indiscussi protagonisti non sarà trasmessa dalle Reti Mediaset, bensì dalla Rai. E’ infatti ai nastri di partenza Fino All’Ultimo Battito, dove l’attore riveste il ruolo di un medico, che ha a che fare con una scelta molto complicata che deve -però- prendere alla svelta, per tentare di salvare la vita al suo adorato figlio. Un personaggio dunque complesso e coraggioso che certamente farà impazzire il pubblico di Rai Uno.

Ma ora a far parlare di lui non è solo il suo ritorno in TV o il suo matrimonio che va a gonfie vele con la splendida Laura Chiatti, con la quale pare che stia girando un bel film, ma una sua dichiarazione molto dura che riguarda una terribile malattia che l’ha colpito in passato. Ne ha parlato a cuore aperto in una sua intervista al Corriere Della Sera.

Un incidente lo “salvò” dalla malattia

In occasione del suo debutto a Teatro con il suo monologo Lo Zingaro, Bocci ha voluto raccontare di un momento particolarmente drammatico della sua vita. Era il primo maggio del 2018 e si trovata all’autodromo di Magione, che si trova nella sua amatissima Umbria. Stava per partecipare a una gara di BMW. “Sono stato io la vittima di un terribile incidente, sembrava replicarsi la tragedia di Imola. Invece proprio quell’incidente ha reso palese, ha slatenizzato la mia malattia, mi ha reso possibile l’accertamento e la diagnosi: herpes al cervello, che altrimenti avrebbe avuto un decorso dall’esito irreversibile”.

Chiaramente la notizia ha preoccupato e non poco le sue fan, che però si sono tranquillizzate per il fatto che oggi il loro idolo sta bene, proprio perché ha scoperto in tempo il male che stava dilagando in lui.

Ma per quale motivo ama definirsi uno zingaro?

Ha assistito in diretta alla morte

“Mio padre era ex pilota e sin da quando avevo 6 anni mi portava alle corse. Ero un accanito fan di Senna e mi ha contagiato. Da allora è iniziata la mia fascinazione per il pilota di Formula 1, sia in maniera simbolica sia sognando di eguagliarlo, emularlo, finché lo vidi morire davanti a me”. L’attore ha infatti assistito in diretta al terribile incidente che ha portato alla morte il suo diolo. Allora aveva solo 15 anni. “Mi trovato al circuito di Imola per assistere alla performance del mio idolo. A un certo punto non si capisce più nulla e ben presto si capisce la gravità della situazione. La gara viene interrotta. Arriva l’ambulanza e poi l’elicottero, mi piomba addosso il silenzio di migliaia di persone. Assistere alla morte in diretta è un orrore.”