Richard Gere, com’è diventato il divo dopo la malattia

E’ irriconoscibile Richard Gere nella foto pubblicata dal settimanale “Chi” e che ha fatto il giro del web: ecco com’è il divo dopo la malattia

Il sex symbol internazionale Richard Gere ha fatto sognare generazioni di donne interpretando il protagonista di pellicole che sono entrate nella storia del cinema come “American Gigolò” e “Ufficiale e Gentiluomo“, che lo hanno imposto all’attenzione del grande pubblico, e nell’immaginario collettivo come “Pretty Woman“, film considerato ancora oggi uno dei film più romantici della storia del cinema americano e che lo ha consacrato come l’incarnazione del “principe azzurro” vagheggiato da tutte le donne.

L’anno scorso l’attore è diventato papà: la sua attuale compagna, Alejandra Silva, ha dato alla luce il suo secondogenito. Richard, infatti, ha un altro figlio, nato dal matrimonio con Caray Lowell, unione iniziata nel 2002 e terminata nel 2015. L’attore non ha più vent’anni e anche per lui, come per tutti, il tempo passa lasciando inevitabilmente dei segni. Ma recentemente in una foto pubblicata dal settimanale “Chi” è apparso particolarmente affaticato e appesantito.

Richard Gere, la malattia che lo ha colpito

Lo scatto in questione, che risale alla scorsa estate e che lo ritrae mentre era in vacanza in Toscana insieme alla sua compagna Alejandra e a suo figlio Alexander, ha fatto il giro del web. In molti hanno notato non solo l’espressione stanca dell’attore ma anche il fatto che Richard appare arrotondato. Il suo crollo fisico è la conseguenza della patologia da cui è affetto, il morbo di Lyme, di cui il divo è venuto a conoscenza di averla contratta durante la realizzazione del film “Autumn in New York”.

La suddetta malattia è molto diffusa in America e si contrae attraverso la puntura di una zecca. Stanchezza generalizzata e un sempre crescente stato di malessere sono le sue principali manifestazioni sintomatiche, motivo per il quale Richard appare spossato e appesantito nello scatto pubblicato dal settimanale “Chi”. Hanno contratto questo morbo altri volti noti dello spettacolo tra cui Victoria Cabello, come rivelato da quest’ultima nel corso di una vecchia intervista rilasciata al “Corriere della Sera”: “All’inizio mi sentivo tanto stanca, poi la cosa è andata peggiorando, ma non si arrivava a una diagnosi, sono sempre stata un po’ avanti”.