Micro-Sharing (nota anche come Project-Aqua) si è aggiudicata la StartCup Ticino 2016, l’iniziativa promossa dal Centro Promozione Start-Up (CP Start-Up USI-SUPSI) con l’importante sostegno del Dipartimento delle finanze e dell’economia (DFE) e della banca BSI, che premia le idee imprenditoriali e i progetti più innovativi e promettenti ideati nella Svizzera italiana.

Micro-Sharing Project-Aqua si è classificata al primo posto, davanti agli altri 4 progetti finalisti del concorso, guadagnando così i due premi in palio: un assegno del valore di 50.000 franchi svizzeri e una borsa di studio messa a disposizione dall’Executive MBA dell’USI. La novità della StartCup Ticino 2016, giunta alla sua terza edizione, consiste nel fatto che tutti i finalisti hanno ricevuto un premio. Infatti, al secondo classificato Skypull è andato un assegno di 30.000 franchi, al terzo (Liberty) 20.000 franchi, e al quarto e quinto classificato (SkyWhere e SmartCuff, risp.) 10.000 franchi ciascuno.

Grazie alla collaborazione del CP Start-Up con Swiss Startup Invest (finora CTI Invest) e lo Swiss Economic Forum, i cinque finalisti hanno potuto presentare i propri progetti a potenziali investitori durante lo Swiss Venture Day Ticino, tenutosi nell’auditorio del campus di Lugano dell’USI questo pomeriggio. Inoltre, come avvenuto nelle prime due edizioni, i cinque finalisti saranno automaticamente ammessi alla finale dello Swiss Economic Award, la prestigiosa competizione che premia le migliori start-up emergenti sul piano nazionale, senza dover passare la fase delle pre-selezioni

Il progetto vincitore
Micro-Sharing Project-Aqua www.project-aqua.ch
Project-Aqua è un progetto legato al concetto di Micro-Sharing, volto ad aiutare persone svantaggiate in tutto il mondo attraverso la micro-condivisione di prodotti e servizi. Nella fase pilota del progetto, svolta in collaborazione con Migros Ticino, acquistando una bottiglia di “Gazusa Nostrana” con il marchio Project-Aqua si è potuto garantire – con il supporto sul campo di Helvetas Svizzera – la fornitura di acqua potabile per un intero villaggio di 330 persone nel Mali per un periodo di quattro anni.
Il processo di selezione

La finale della competizione si è svolta in due fasi: la prima, il 30 novembre, con l’audizione dei 10 progetti semifinalisti da parte della giuria nazionale di StartCup Ticino e la selezione delle 5 idee imprenditoriali che sono state ammesse alla finale del 1° dicembre. Nel corso dell’evento pubblico di questa sera, i finalisti hanno presentato il proprio progetto che è stato votato tramite un sistema di voto elettronico dal pubblico presente in sala. All’evento ha partecipato, quale ospite d’onore, Benjamin Simona, CEO e Co-Founder di Ectica Technologies AG, spin-off company dell’ETH di Zurigo.

Gli altri quattro finalisti
Skypull http://skypull.com
Skypull è un sistema basato su un drone totalmente autonomo che genera corrente elettrica sfruttando i venti in quota, una soluzione efficace ed economica che presenta un passo avanti nell’ambito dell’energia eolica. Infatti, le attuali turbine eoliche a terra, ingombranti e costose, riescono a catturare solo una minima parte dell’energia del vento.

Liberty www.openlabgroup.com
Liberty è un sistema che consente alle persone disabili di muoversi in maniera autonoma durante i tempi di permanenza a letto. Il sistema Liberty contribuisce non solo a risolvere varie tipologie di problemi legati alle limitazioni motorie di queste persone (circolazione sanguina, disturbi del sonno, dolori muscolari ecc.), ma anche di simulare i movimenti naturali del corpo, fornendo così l’opportunità di effettuare esercizi di fisioterapia.

SkyWhere
La luce naturale ha effetti importanti sulle produttività degli individui. Tuttavia, molte persone passano buona parte delle loro giornate lavorative all’interno di edifici. SkyWhere è un sistema di illuminazione sostenibile in grado di trasmettere la luce diurna esterna all’interno degli edifici, migliorando così il benessere delle persone e consentendo anche di risparmiare sui consumi energetici.

SmartCuff
Il braccialetto SmartCuff è un dispositivo non invasivo che misura diversi parametri vitali delle persone anziane come il livello di stress, dolore, idratazione, al fine di determinare il loro stato di salute. SmartCuff è dispositivo che si porta al polso, come un braccialetto, e monitora la salute degli anziani con l’obiettivo di garantire, da una parte, l’autonomia e l’indipendenza della persona e, dall’altra, di contribuire alla riduzione dei costi di ospedalizzazioni, dei trattamenti per le malattie croniche ecc.

La Giuria ad-hoc StartCup Ticino era composta da
Presidente:
Jean-Pierre Vuilleumier, Managing Director Swiss Startup Invest
Membri:
Claude Amiguet, CTI Coach
Christian Brand, Co-Founder BG&P AG, Bern; start-up Expert
Silvia Panigone, Managing Director Europe I-Bankers Direct, LLC; CTI Coach
Valesko Wild, Canton Ticino, DFE, Capo dell’Ufficio per lo sviluppo economico
Claude-Alain Cariola, Direttore Corporate Advisory BSI SA
Pascale Vonmont, Deputy Director Gebert Rüf Foundation; Delegate of the strategy board of venture kick

Immagine gentilmente concessa da Cristina Saporiti (EMBA USI)