Il marsupio porta-bimbi di MiaMily si è fatto notare in tutto il mondo già l’anno scorso su Kickstarter. In meno di un anno, la startup ticinese ha venduto più di 8’500 unità nel mondo, 2’000 solo nell’ultimo mese.

Il tutto è iniziato con una campagna su kickstarter. Lanciare Hipster, l’innovativo marsupio porta-bimbi multifunzionale con una seduta integrata, è stata una scelta naturale secondo Alessandro Cereda, co-founder e CEO di MiaMily e con un trascorso in ambito finanziario. Eravamo sicuri del nostro prodotto. Sapevamo che il successo dipendeva da un video che raccontasse una storia in grado di attirare i nostri potenziali clienti. Kickstarter, in tal senso, si è rivelato uno strumento di marketing ottimale: dal primo momento siamo stati selezionati come “Staff Pick” e in poco tempo siamo stati in grado di superare i fondi richiesti del 300%. Questo ha avuto un impatto non da poco: abbiamo costituito la società e dimostrato di avere un prodotto che il mercato desiderava a tutti i costi.

La società, in meno di un anno, ha venduto più di 8’500 unità, 2’000 solo nell’ultimo mese (settembre 2015). Siamo un’impresa in crescita. Attualmente siamo in 5 e gestiamo 6 distributori nel mondo. Nelle prossime settimane firmeremo in esclusiva un contratto con un distributore che si dedicherà al mercato europeo. L’accordo è quasi concluso, mancano solo alcuni dettagli. In ogni caso, supereremo la soglia dei 10’000 Hipster venduti entro Natale, se non prima. E sono stime molto conservative, ci spiega Cereda.

Il team da poco si è trasferito al Tecnopolo Ticino di Manno. Dalla nuova sede si continuerà a lavorare intensamente per affermare il nuovo marchio elvetico. Continua Cereda: io mi occupo della distribuzione, mentre la mia co-founder, Cecilia Tsai — discendente di una famiglia di imprenditori con 30 anni di esperienza industriale — si occupa del design e della produzione. Abbiamo anche un consulente per i contenuti creativi e un art director che si occupa del design e del branding. Siamo un piccolo team che al momento prende le decisioni insieme.

Abbiamo una linea di prodotti studiata per i prossimi 5 anni. Nel 2016, stiamo preparando il lancio del nostro secondo marsupio porta-bimbi con ulteriori funzionalità. Crediamo molto nel nostro progetto e del suo potenziale impatto sul mercato dei prodotti per bambini conclude Alessandro Cereda.